Maker Faire Rome - The European Edition - Terza edizione a Roma dal 16 al 18 ottobre

A Roma appuntamento con la terza edizione della più grande fiera dell’innovazione del mondo

a-07-intelmakerfair2014-shoot4change_132.jpg

Dal 16 al 18 ottobre 2015 si terrà a Roma, presso la Sapienza Università di Roma, la terza edizione europea della Maker Faire, la più grande fiera dell’innovazione al mondo insieme con quelle di San Francisco e New York: in un'area attrezzata con oltre 15 mila metri quadrati di spazi espositivi saranno allestiti più di 600 stand dove verranno mostrate oltre 700 invenzioni provenienti da tutto il mondo.

La manifestazione è promossa dalla Camera di Commercio di Roma attraverso la sua Azienda speciale Asset Camera e vanta 40 sponsor prestigiosi provenienti da varie parti del mondo: si tratta, infatti, del più importante spettacolo dell’innovazione al mondo, un evento family-friendly ricco di invenzioni, creatività e inventiva, e una celebrazione della cultura e del movimento #makers. E' il luogo dove maker e appassionati di ogni età e background si incontrano per presentare i propri progetti e condividere le proprie conoscenze e scoperte.
Protagonisti assoluti dell'evento saranno dunque i maker e gli artigiani innovativi che porteranno alla Maker Faire i progetti più innovativi, mettendo in mostra le capacità della nuova manifattura italiana.

Un ruolo centrale lo avranno però anche le scuole, con oltre cento istituti superiori (Istituti tecnici ed Its) che hanno presentato i trenta progetti selezionati e i relativi stand per far emergere il talento e l'inventiva delle future generazioni: per questo saranno presenti anche moltissime università come la Sapienza Università di Roma, l’Università degli Studi Roma Tre, l’Università Campus Bio-Medico di Roma, il Politecnico di Milano, l’Università Iuav di Venezia e l’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia, i grandi istituti di ricerca come INFN, INGV e l’IIT che porteranno alla manifestazione alcuni dei loro progetti più innovativi e interessanti.

"La Sapienza è entusiasta di condividere e ospitare tutte queste iniziative innovative che stimolano, da un lato l’approfondimento delle conoscenze e della cultura scientifica e tecnologica e dall’altro offrono opportunità per migliorare la società"

afferma il Rettore dell’Ateneo Eugenio Gaudio.

Anche per Eni, gold sponsor della Maker Faire, l’innovazione tecnologica è un elemento chiave: rende possibile l’accesso a nuove risorse energetiche, migliora il loro recupero dal sottosuolo e l’efficienza di utilizzo, riducendo allo stesso tempo l’impatto sull’ambiente. Il colosso energetico italiano sarà presente alla Maker con lo stand “Innovation for Energy” per presentare gli ultimi risultati dell’innovazione tecnologica firmata dal cane a sei zampe, con un focus dedicato al tema della sicurezza dei lavoratori: in particolare Eni ha sviluppato con il MIT (Massachusetts Institute of Technology), delle wearable technologies nel progetto Safety++ con l’obiettivo di migliorare i dispositivi di protezione individuale esistenti in ambito industriale. Sul tema dei safety wearable device insiste anche il progetto R&D upstream “Operator Training System”, che sarà presentato per la prima volta da Eni proprio in occasione della fiera e che permette di riprodurre e simulare esattamente il comportamento di qualsiasi impianto industriale.

Invenzioni strabilianti e prodotti del nuovo made in Italy, bellissimi e sorprendenti, tremila metri quadrati di Area Kids e una grande Area FOOD & Agricolture, con oltre 40 espositori presenti nel padiglione dedicato.

Si parte il 16 ottobre mattina con l’Education Day, la tradizionale mattinata gratuita dedicata esclusivamente alle scolaresche (dalle 9 alle 13) e che lo scorso anno ha visto la partecipazione di oltre 15 mila studenti di scuole elementari, medie e superiori, provenienti da tutta Italia.

A partire dalle ore 14 la Maker Faire si apre al grande pubblico fino a domenica 18 ottobre (orari 10 - 18): presso la facoltà di Lettere e Filosofia, Maker Faire ospiterà la mostra AUTOPRODUZIONI, curata da ADI - Associazione per il Disegno Industriale, in cui saranno esposti prodotti d'innovazione nell'industria, nell'artigianato, nei servizi, nella formazione e nella ricerca. Inoltre alla mostra parallela Design Index 2015 verranno esposti oggetti e servizi di eccellenza, qualificati dal decisivo apporto del design, recentemente prodotti in Italia.

Il Dipartimento di Fisica dell’Università, invece, diventerà un laboratorio aperto e si potrà partecipare a curiosi e interessanti esperimenti con giroscopi, magneti e corrente elettrica: il leitmotiv della collaborazione tra Maker Faire Roma e La Sapienza sarà "scienza sostenibile”, puntando a riconoscere valore della ricerca scientifica anche dal basso, quella dei FabLab e degli inventori per passione.

Iniziativa in collaborazione con Eni Spa

  • shares
  • Mail