Sciopero trasporti Roma oggi: lo stato in tempo reale

termini-giardinetti.jpg

2 ottobre 2015: Lo stato del servizio metro e autobus in tempo reale.



1° ottobre 2015: L'assessore ai trasporti Stefano Esposito ha annunciato nella serata di ieri che lo sciopero di domani è stato "differito da tutti tranne come al solito USB".


Dunque domani, 2 ottobre 2015, non sciopereranno Faisa-Cisal, Filt Cgil, Fit Cisl, Sul e Uil Trasporti. Non ha firmato per il rinvio dello sciopero Usb, dunque sono comunque previsti disagi per i cittadini.

"I sindacati, tranne Usb, hanno firmato il verbale per il differimento", ha dichiarato ieri Esposito. "È un atteggiamento di responsabilità da parte delle sigle sindacali. Sto lavorando pancia a terra al 150% e ringrazio il prefetto Gabrielli".

Sciopero dei trasporti Atac venerdì 2 ottobre 2015


30 settembre 2015

L'ottobre romano si apre con nuove proteste e un possibile caos trasporti: venerdì 2 ottobre 2015 è stato proclamato dall'Unione sindacale di base uno "stato d'agitazione" per 24 ore (salvo fasce di garanzia fino alle 8.30 e dalle 17 alle 20) che metterà a serio rischio la funzionalità del trasporto pubblico urbano di Atac, mentre una seconda agitazione è stata indetta dallo stesso Usb, assieme a Sul, Faisa Cisal, Cgil, Cisl e Uil, e interesserà anche la Roma Tpl, società che gestisce le linee bus di periferia.

Un ritorno allo sciopero dopo la precettazione dello scorso 15 settembre: i lavoratori dei trasporti manifestano contro gli accordi dell'azienda di questa estate, l'avanzata dei privati nell'azienda ATAC e le condizioni economiche dei dipendenti, nonostante proprio ieri l'assessore capitolino ai trasporti Stefano Esposito aveva annunciato il pagamento degli stipendi per i primi 800 dipendenti.

I mezzi guasti, i turni poco organizzati, gli incidenti e la mancanza di sicurezza un'altra parte delle motivazioni addotte da autisti e dipendenti del trasporto pubblico romano. Lo sciopero però potrebbe creare non pochi problemi alla circolazione in città, visto e considerato che venerdì mattina alle 9:30 sfilerà da Piramide il corteo studentesco contro la "Buona scuola", indetto dagli studenti autorganizzati dei licei romani. Il punto d'arrivo non è stato ancora definito ma il collettivo fa sapere di volersi muovere "verso il centro".

Nel pomeriggio di venerdì invece, a partire dalle 17, dal Colosseo sfilerà il primo tentativo (o forse la prova generale) di confederazione sociale: sfileranno infatti molti comitati di cittadini delle periferie, dei senza casa, per l'acqua pubblica, etc. Insomma, un venerdì che potrebbe essere catalogato come "nero".

  • shares
  • Mail