Giubileo: l'Atac non avrà autobus nuovi

Va deserta la gara per il leasing di 700 nuovi mezzi

nuovi-autobus-atac-roma-586x439

Il Giubileo inizierà e probabilmente finirà senza che l'Atac possa mettere in strada dei mezzi nuovi: ormai è ufficiale che l'azienda dei trasporti romani non potrà indire gare per l'assegnazione di nuovi autobus in sostituzione di quelli datati già in dotazione. Perciò romani e pellegrini dovranno accontentarsi dell'ultima infornata di mezzi, quelli rossi fiammanti messi in strada qualche anno fa.

Due settimane fa si sarebbe dovuta tenere la gara per l'assegnazione di 700 nuovi mezzi, ma il piano era stato stoppato dall'Assessore alla Mobilità Stefano Esposito, che senza mezzi termini aveva spiegato che l'Atac, con i suoi debiti, non era credibile. E infatti la gara per l'acquisto in leasing dei 700 mezzi è andata deserta. I debiti e i rischi di fallimento dell'Atac hanno scoraggiato tutti i possibili fornitori, e tutto fa pensare che le cose non siano destinate a cambiare a breve.

Un secondo bando, a cura di Roma Capitale, è in procinto di essere lanciato ma, anche qualora andasse in porto, non assicurerebbe nuovi mezzi prima di settembre 2016, quando cioè l'Anno Santo si starà per concludere. E non si hanno ancora numeri certi su quanti autobus comporranno questa fornitura.

L'Atac ha anche provato a mettere in campo una nuova procedura per una fornitura ridotta, tra i 100 e i 250 mezzi, in tempo per il Giubileo, ma l'assessore Esposito ha stoppato anche questa iniziativa, anche perché c'erano diversi dubbi da parte degli istituti di credito che avrebbero dovuto sostenere il leasing.

Intanto il vicesindaco Causi – mentre Marino è di nuovo all'estero – lancia il grido d'allarme: i 50 milioni stanziati dal governo per il Giubileo sono troppo pochi, a Roma ne servono almeno altri 120 per poter mettere in campo i lavori e i provvedimenti necessari per l'Anno Santo.

  • shares
  • Mail