Giubileo: i progetti per la riqualificazione dei giardini. Si parte da Colle Oppio

Verrà rimesso a nuovo Colle Oppio, ma anche i giardini di Castel Sant'Angelo

Colle Oppio

Partiranno tra poche settimane, a ottobre, i lavori di riqualificazione dei giardini pubblici di Roma, grazie ai nuovi stanziamenti di 50 milioni di euro per il Giubileo in partenza a fine anno. Dei 50 milioni stanziati, oltre 2 sono stati destinati dal Comune al rifacimento e manutenzione di alcune aree verdi situate in zone cruciali per turisti e pellegrini, e attualmente in preda al degrado.

L'intervento più consistente, e atteso, è quello che riguarda i giardini di Colle Oppio. La zona, alle spalle del Colosseo e a due passi dalla Domus Aurea, pur essendo centralissima è da anni ridotta a bivacco e dormitorio per senza tetto e sbandati. Nonostante le continue denunce, il Comune non ha mai attuato interventi radicali per cambiare la situazione, e neanche piccoli e grandi casi da cronaca nera sono serviti a cambiare la situazione. Fino ad ora, perché da ottobre partiranno i lavori di rifacimento dei sentieri, di pulizia e bonifica della vegetazione, di rifacimento e ripristino degli arredi e dell'area bambini e di restauro delle fontane. Il tutto per una spesa di 600.000 euro, nella speranza che poi il Comune vigili affinché la zona non torni nel degrado.

Altri giardini sicuramente oggetto di riqualificazione saranno quelli attorno a Castel Sant'Angelo, zona di passaggio obbligato per i pellegrini in arrivo a San Pietro. Nonostante questi giardini non versino in condizioni pessime come quelli di Colle Oppio, urgono interventi di bonifica, derattizzazione e più in generale di pulizia. Stesso discorso per il parco Schuster, i giardini che circondano la Basilica di San Paolo Fuori le Mura a margine di via Ostiense.

Potrebbero rientrare nei progetti, anche se tutto dipenderà dai fondi ancora a disposizione, anche i giardini attorno alla Basilica di San Giovanni in Laterano, compresi i giardini di via Carlo Felice. Proprio questi, creati per il Giubileo 2000 al posto della vecchia rimessa Atac, versano ora in condizioni deprecabili, preda quotidianamente di un mercato illegale da parte di rom e di un generale degrado. Il nuovo Giubileo potrebbe essere l'occasione per correre ai ripari ed evitare lo scempio davanti alla Cattedrale di Roma.

  • shares
  • Mail