Il ritorno di Ignazio Marino e le contestazioni alla manifestazione contro Mafia Capitale

Dopo 18 giorni di ferie, il sindaco torna in città. E alla prima uscita non mancano i contestatori.

Se lo aspettava sicuramente, Ignazio Marino. Non c'erano in effetti molte possibilità che la sua prima uscita pubblica dopo 18 giorni di ferie - 18 giorni in cui Roma, la città di cui è sindaco (commissariato), si è trovata costantemente sulle prime pagine dei giornali (e per vicende né positive, né secondarie) - filasse liscia, soprattutto perché il sindaco si è subito gettato nella mischia, partecipando alla manifestazione organizzata dal Pd contro Mafia Capitale nella stessa piazza che vide andare in scena il funerale di Casamonica. Una delle occasioni in cui il sindaco si è trovato nel centro del mirino a causa della sua assenza.

Marino ha quindi provato a rimediare ieri, ma prendendo le precauzioni necessarie e arrivando in piazza protetto da un cordone di polizia bello imponente. E meno male, perché le contestazioni sono partite immediatamente (da parte di militanti dei centri sociali ma anche di semplici cittadini) e una monetina da cinque centesimi lanciata da un anziano ha rischiato di colpirlo in volto.

Inevitabile la reazione della parte più "istituzionale" di quella piazza, vale a dire i militanti del Partito Democratico, che, per quanto ormai poco digeriscano Marino, non potevano che reagire. E così, è partito un applauso verso il sindaco, strette di mani e incoraggiamento, che hanno ridato un po' di forza al Marino commissariato e contestato, che è riuscito a pronunciare le parole che fino a quel momento aveva tenuto dentro di sé: "Così come abbiamo sconfitto fascisti e nazisti, sconfiggeremo anche la Mafia".

Questa uscita, d'altronde, era inevitabile. La manifestazione, anzi, sembrava quasi modellata per coincidere con il suo ritorno. Ma superata, a malapena, questa prova, difficilmente vedremo preso Marino di nuovo a zonzo per le strade della città. Meglio darsi da fare allora con il lavoro di sindaco, come fatto ieri dopo la prima riunione della giunta. Le priorità: trasporti e pulizia, con obiettivi di miglioramento da raggiungere subito (come?). E c'è anche un Giubileo da organizzare.

ignazio-marino.jpg

  • shares
  • Mail