Bambina azzannata da un pitbull

Il proprietario, un vicino di casa, è stato denunciato

news_img1_72685_pitbull-aggredisce-bimbo.jpg

Una bambina di 7 anni è stata aggredita da un pitbull nella casa dei vicini a Lariano, vicino Roma, a cui i genitori l'avevano affidata: la piccola è stata inizialmente trasportata all'ospedale di Velletri e poi al Bambino Gesù di Roma, dove le è stata asportata una narice e ha ricevuto una prognosi di trenta giorni.

L'incidente è avvenuto ieri, giovedì 13 agosto, a Lariano, un comune alle porte di Roma, in un comprensorio di case popolari: il cane stava dormendo e la piccola stava giocando e probabilmente ha infastidito l'animale che all'improvviso si è svegliato ed ha aggredito la bambina. Secondo una ricostruzione fornita dall'AdnKronos la bambina stava giocando con i figli dei vicini quando sarebbe saltata sul cane, un cucciolo di pitbull di 10 mesi, che in quel momento dormiva. L'animale si è innervosito ed ha aggredito la bambina.

Sul posto sono intervenuti, oltre agli uomini del 118, anche i Carabinieri della compagnia di Lariano che hanno identificato il proprietario del cane: si tratta di un ragazzo di 22 anni che non aveva iscritto l'animale, privo di microchip, all'anagrafe canina, cosa che ha persuaso i militari ad inviare un'informativa all'autorità giudiziaria, nella quale per il giovane si ipotizzano i reati di lesioni personali colpose ed omessa custodia di animali. Non che il microchip o l'iscrizione all'anagrafe avrebbero dissuaso il cane dalla reazione.

Il pitbull è stato sottoposto a sequestro e affidato agli stessi proprietari.

  • shares
  • Mail