Al Pigneto 40 spacciatori africani affrontano i carabinieri

Le forze dell'ordine erano intervenute per fermare due pusher. Alla fine in sette sono finiti in manette.

Carabinieri_new1

I carabinieri erano intervenuti ieri sera in via del Pigneto per fermare due pusher africani, originari del Gambia. Ma in circa 40, soprattutto loro connazionali, hanno deciso di affrontare la pattuglia cercando di dare vita a una rivolta per liberare i due mentre venivano arrestati.

Gli spacciatori hanno anche rotto bottiglie di vetro, cercando di affrontare fisicamente i carabinieri e costringerli alla fuga. Il tutto avveniva nella nuova isola pedonale del quartiere, tra le sedie dei locali che riempiono l'area.

È stata la collaborazione dei commercianti e di alcuni abitanti della zona che ha permesso ai militari di concludere la loro operazione, portando via i due arrestati. A quel punto il gruppo di spacciatori si è rivolto contro i cittadini intervenuti, ma nel giro di breve tempo sono intervenute altre pattuglie dei carabinieri, che hanno consentito di disperdere la folla e di arrestare 5 persone, molte delle quali trovate in possesso di hashish pronto da spacciare.

Le cinque persone, di età compresa tra i 20 ed i 31 anni, sono state fermate con l'accusa di concorso in oltraggio, minaccia, resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale e spaccio e detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Tutti e sette gli arrestati saranno processati per direttissima.

  • shares
  • Mail