Fiumicino: dopo l'incendio, il blackout ancora ritardi e voli cancellati - foto

Le ultime notizie sull'incendio nella pineta al lato dell'aeroporto di Fiumicino e sul blackout che ha colpito l'aeroporto.

Aggiornamento 31 luglio - Continuano le tensioni all’aeroporto di Fiumicino, a due giorni dall’incendio e all’indomani di un blackout. In mattinata ci sono state tensioni fra i passeggeri giunti alle 5 con un volo della Vueling partito da Torino con 9 ore di ritardo e i dipendenti della compagnia aerea low cost spagnola. A scatenare la protesta è stata la mancanza delle coincidenze per le due destinazioni siciliane di Palermo e Catania.

Intanto si è scoperto che l’incendio verificatosi due giorni fa è stato provocato da un cumulo di rifiuti, sia domestici che industriali, abbandonati in via del Pesce Luna. Il forte vento ha fatto il resto trasportando le fiamme e il fumo verso l’aeroporto.

Non è ancora stato chiarito se si sia trattato di un incendio di natura dolosa oppure no.

Intanto l’Enac ha convocato Adr e Alitalia per il 6 agosto per fare chiarezza sulle operazioni successive all’incendio e per ribadire obblighi e competenze dei responsabili della sicurezza e dell’operatività dello scalo.

12.53 - È tornata la corrente all'aeroporto di Fiumicino. Verifiche sono in corso per capire cosa ha causato il black out che avrebbe potuto creare ulteriori disagi allo scalo aeroportuale romano.

12.31 - Un blackout ha colpito l'aeroporto di Fiumicino, proprio mentre i focolari dell'incendio che ha colpito la pineta vicino allo scalo sono stati praticamente spenti. La corrente è saltata alle 11.50 con ulteriori disagi per i passeggeri.

09.42 - Non è ancora tornata alla normalità la situazione all'aeroporto di Fiumicino, vicino al quale è scoppiato un incendio non doloso mandando lo scalo in tilt. I ritardi e i disagi si stanno susseguendo dalla notte di ieri e proseguono anche questa mattina. I ritardi oscillano tra una e tre ore per voli diretti a Milano Linate, Marsiglia, Cagliari, Amsterdam, Napoli, Bologna, Stoccarda.

Incendio vicino aeroporto Fiumicino, 29 luglio

19.50 - Nei concitati momenti in cui la situazione all’aeroporto di Fiumicino sembrava indefinibile, coi canale ufficiali incapaci di fornire le informazioni necessarie ai passeggeri, il Presidente del Consiglio Matteo Renzi avrebbe chiamato il Ministro dell'Interno Angelino Alfano chiedendogli di verificare la situazione. A renderne conto sono il Corriere Della Sera e Repubblica, che riportano le stesse identiche righe:

Adesso basta, è il ragionamento del premier, è impensabile che il principale hub italiano sia in balia di incidenti o peggio di malintenzionati.

17.20 - L’Enac, come anticipato, ha rilasciato un comunicato stampa che spiega brevemente cosa è accaduto oggi nei pressi dell’aeroporto di Fiumicino:

L’ENAC informa che l’Aeroporto di Roma Fiumicino nel pomeriggio di oggi, 29 luglio 2015, ha subito delle limitazioni operative a causa di un incendio che ha interessato alcune zone limitrofe allo scalo, ma esterne al perimetro aeroportuale.
In particolare i voli in partenza sono stati interdetti in quanto la pista 2 è stata chiusa dalle ore 14:20 alle ore 15:45. La pista 3, quella solitamente dedicata agli atterraggi, è sempre stata operativa. La pista 1, invece, è rimasta chiusa per consentire le attività di spegnimento dell’incendio.
Dalle ore 15.45 circa lo scalo di Fiumicino sta riprendendo lentamente a operare con flussi ritardati per non interferire con i mezzi aerei utilizzati per le operazioni di spegnimento dell’incendio.
La società di gestione dello scalo, Aeroporti di Roma, è al lavoro per ripulire le piste dai detriti dell’incendio, mentre personale della società è presente in aerostazione per fornire informazioni ai passeggeri dei voli coinvolti nei ritardi.

17.07 - Breve aggiornamento da parte del Corpo forestale dello Stato:

17.05 - Ora che la situazione si avvia lentamente verso la normalità, comincia l'ira degli utenti nei confronti di Aeroporti di Roma, non riuscita a fornire le adeguate informazioni in questa situazione di emergenza. Al momento il sito ufficiale risulta ancora parzialmente inacessibile: la sezione dedicata ai voli in partenza o in arrivo, non è temporaneamente disponibile:

Stiamo lavorando affinché tutti i servizi on-line e la normale funzionalità del portale possano essere ripristinati il più presto possibile.

16.55 - La colonna di fumo è ancora ben visibile da tutta la zona circostante, il lavoro dei vigili del fuoco è ancora in corso e si temono ingenti danni nella pineta di Focene.

incendio-fiumicino-01.jpg

16.45 - L'account ufficiale su Twitter di Aeroporti di Roma avvisa che a breve ENAC ci darà qualche informazione in più sull'accaduto:

16.40 - Anche l’Enac ha confermato che lo scalo sta lentamente tornando operativo e «sarà pienamente operativo nelle prossime ore».

16.33 - Ci vorrà ancora qualche ora prima che la situazione torni alla normalità e che i vari ritardi accumulati vengano smaltiti, ma la partenza dei primi voli è certamente una buona notizia per i passeggeri.

16.33 - Continua ad arrivare qualche buona notizia. Il primo volo è ripartito, come annunciato via Twitter da Alitalia:

16.30 - Vista l’impossibilità per i passeggeri e i cittadini in procinto di mettersi in viaggio di controllare la situazione sul sito ufficiale di Aeroporti di Roma - mentre l’account su Twitter continua a retwittare contenuti delle testate italiane - Alitalia illustra i metodi alternativi per ricevere informazioni:

Per info sui voli è possibile contattare 800650055 dall'Italia o +390665649 dall'estero dai passeggeri italiani oppure numerazioni telefoniche normalmente in uso per call center Alitalia estero. Grazie.

16.22 - Il sito ufficiale di Aeroporti di Roma continua ad essere irraggiungibile e la situazione dei voli in partenza non è ancora chiara. Servizi di terze parti come Flightradar24, però, ci danno qualche informazione in più: al momento circa l'83% dei voli in partenza fa Fiumicino è stato posticipato e si registra un tempo di ritardo medio di 85 minuti.

schermata-2015-07-29-alle-16-28-13.jpg

16.22 - Comincia ad arrivare qualche buona notizia, almeno per i viaggiatori. Il blocco delle partenze è ancora attivo, ma per alcuni aerei è stato autorizzato l’atterraggio, scongiurando così il dirottamento verso altri aeroporti.

16.20 - Il sindaco di Fiumicino Esterino Montino, subito giunto sul posto, parla di una situazione davvero drammatica:

La situazione è assai seria, il fronte è di qualche centinaio di metri e, a quanto sembra, ed è inquietante, le fiamme si sarebbero propagate da 2-3 punti diversi, anche lontani tra di loro. E' a rischio la pineta di Focene, che è già stata attaccata dalle fiamme, con lingue di fuoco molto alte, e dove è difficile intervenire, perché il vento spinge verso la pineta. Abbiamo chiesto l'intervento di un Canadair.

16.10 - Le fiamme, ne danno conto i militari in azione sul posto, hanno interessato anche un parco macchine che si trova nei pressi dell'aeroporto. Diversi veicoli parcheggiati sarebbero andati distrutti.

16.10 - Ed ecco un video direttamente dall'aeroporto di Fiumicino:

16.05 - Altre foto in arrivo da Twitter:

16.00 - L'account ufficiale su Twitter di Aeroporti di Roma si limita a rispondere agli utenti che chiedono spiegazioni inviando loro link dell'ANSA.

Il sito ufficiale di Aeroporti di Roma è irraggiungibile da qualche minuto, probabilmente preso d'assalto da cittadini e utenti in cerca di qualche informazione più chiara.

15.57 - Pochi minuti fa Alitalia ha confermato il proseguimento del blocco per tutti i voli in partenza da Fiumicino:

15.55 - Al momento, ma è ancora tutto da confermare, si sospetta che l’incendio sia di origine dolosa.

15.50 - Otto squadre dei vigili del fuoco sono al lavoro nell’area colpita dall’incendio, vicinissima al perimetro dall’aeroporto, insieme agli uomini della Protezione Civile.

15.35 - Su Twitter alcune foto in tempo reale da Fiumicino.

Incendio in una pineta nei pressi di Fiumicino, stop ai voli


E' ancora un incendio a bloccare i voli dello scalo romano di Fiumicino. Oggi, 29 luglio 2015, sta bruciando la pineta situata in Viale Coccia di Morto, nelle immediate prossimità dell'aeroporto.

Il fumo che si è alzato non rende possibili i decolli, come annunciato dalle compagnie aeree e dalle autorità aeroportuali.

Per il momento - alle ore 15.30 - è stato dichiarato lo stop totale ai voli in partenza.

Notizia in aggiornamento

  • shares
  • Mail