Metro C, Marino e Delrio hanno inaugurato sei nuove stazioni

Le sei nuove fermate sono Mirti, Gardenie, Teano, Malatesta, Pigneto e Lodi (il capolinea).

Inaugurazione stazione Gardenie Roma Metro C

Il sindaco di Roma Ignazio Marino, affiancato dal ministro dei Trasporti Graziano Delrio, dall'assessore regionale Michele Civita e dall'assessore comunale dimissionario Guido Improta, ha inaugurato oggi le sei nuove fermate della Metro C, ossia Mirti, Gardenie, Teano, Malatesta, Pigneto e il capolinea Lodi. Su questo tratto i tren passeranno ogni 6 minuti, mentre da Centocelle a Pantano passano ogni 12 minuti. I convogli utilizzati su questa linea sono 13 e gli orari sono gli stessi delle linee A e B, ossia dalle 5:30 del mattino alle 23:30. Nel 2021 dovrebbe poi entrare in servizio anche il tratto che arriva ai Fori imperiali.

Dalle ore 15 di oggi anche i cittadini potranno percorrere in metro che stamattina ha ospitato autorità e giornalisti per l'inaugurazione a partire dalle ore 2:30 dalla stazione Gardenie. Grande assente stamane il Consorzio Metro C che ha messo in atto una protesta formale contro l'amministrazione capitolina accusata di non aver rispettato il contratto e dunque gli impegni presi.

Le sei nuove stazioni della Metro C sono sviluppate su più livelli, hanno ascensori e scale mobili, presidi di sicurezza e biglietterie automatiche. Entro il 2016 dovrebbe essere possibile cambiare e passare dalla Linea A alla C alla stazione di San Giovanni. Intanto Roma Metropolitane sta cercando di valorizzare ancora di più le stazioni esistenti. L'amministratore delegato Paolo Omodeo Salè hainfatti spiegato che è ora allo studio di un gruppo di tecnici specializzati la fattibilità di un progetto che permetta a chi viene da Roma Nord o Roma Sud di raggiungere la stazione in auto o pullman e proseguire in metro senza entrare nel Grande raccordo anulare.

  • shares
  • Mail