Metro B1 Jonio: senza monete non si può parcheggiare

Se non avete i soldi contati, non potrete riprendere l'automobile

metro-b1-mappa-jonio
È molto bello il parcheggio di scambio costruito accanto al nuovo capolinea Jonio della metro B1, aperto poche settimane fa. Come spiega l'Agenzia per la Mobilità, il parcheggio conta 246 posti auto, 57 posti moto, e 6 posti per i diversamente abili. È aperto dalle 5.15 alle 0.15 da domenica a giovedì, e la chiusura scala alle 2.15 nel fine settimana. È accessibile con carrozzine e ha dei prezzi molto vantaggiosi: 1,50 euro per le prime 12 ore, 2,50 fino a 16 ore.

Tutto perfetto allora? No, perché come riporta oggi Il Messaggero, il parcheggio ha un difetto che rischia di mandare all'aria tutti i pregi: le macchinette automatiche accettano solo e unicamente monete, e non dà resto. Se l'utente che ritira l'auto non ha 1 euro e 50 (o 2 euro e 50) spicci, non può uscire. La macchinetta non accetta banconote, quindi è inutile provare con 5 euro, anche a costo di perdere il resto pur di uscire. E nel parcheggio non sono presenti macchinette per cambiare le monete, come pure sono previste in altri luoghi in cui servono gli "spicci".

I negozianti della zona lamentano che, dall'apertura del parcheggio, è un continuo andirivieni di pendolari disperati che cercano di farsi cambiare le banconote per poter uscire dal parcheggio. È pur vero che il parcheggio è gratuito per gli abbonati Metrebus, ma si tratta comunque solo di una fetta dei frequentatori quotidiani del parcheggio.

Evidentemente chi lo ha progettato non ha pensato alle necessità dei poveri pendolari che non hanno l'abbonamento e che dimenticano di farsi trovare con le monete contate in tasca per non rimanere ostaggi del parcheggio.

  • shares
  • Mail