In bicicletta sui battelli del Tevere

Qualche anno fa Roma cercava di far rivivere gli antichi fasti del Tevere, sulla scia dei Bateaux Mouches Parigini, con i nuovissimi battelli per risalire il fiume ad un prezzo onesto e popolarissimo: 1 euro (tre nei giorni festivi).

Oggi la Capitale, città splendida ma difficile da gestire per quanti hanno l’ardire di sognare spostamenti ecologici, ecocompatibili ed esteticamente gratificanti, cerca di insinuarsi anche nel cuore di questi ultimi. Dando l’opportunità a semplici sportivi, curiosi squattrinati o simpatizzanti dei critical mass, di trasportare le loro più o meno fiammanti biciclette da Ponte Milvio a Castel Sant’Angelo in maniera assolutamente gratuita sui battelli nostrani. Roma cerca, così, di rendere giustizia alla sua (meritata) fama di città romantica troppo spesso soffocata dai devastanti fumi impazziti delle auto della “città che non va”.

Scivoliamo dunque tutti in bici lungo l’alveo del fiume tevere! Con la speranza che il cambiamento climatico in atto non lasci solo un torrentello sparuto e qualche pallido ciclista ad aspettare, sotto flussi di automobili ringhianti e sempre più inquinanti, il simil bateux mouches tristemente arenato sotto il ponte troppo alto di una città troppo calda.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: