Quirinale aperto tutti i giorni: il 2 giugno l'annuncio?

La prossima settimana potrebbero essere rese note le modalità di accesso al Quirinale tutti i giorni

blogo_Quirinale_fronte
Potrebbe essere il 2 giugno, Festa della Repubblica, l'occasione buona per l'annuncio dell'apertura quotidiana del Palazzo del Quirinale, secondo i desideri del presidente Sergio Mattarella. Era febbraio quando il neo eletto Capo dello Stato annunciò di voler aprire tutti i giorni il Quirinale, trasformandolo in un museo a tutti gli effetti. Da allora si è insediata un gruppo di studio composto da diversi esperti di arte e di conservazione del patrimonio culturale, con l'obiettivo di trovare le modalità migliori per rendere possibile questa apertura, coordinandola con le altre esigenze.

Il Quirinale resterà infatti, ovviamente, la sede della presidenza della Repubblica con quel che ne consegue sia in termini di rappresentanza, sia di attività lavorative (nel Quirinale sono presenti diversi uffici). Tutto questo lo rende diverso da qualsiasi altro museo, e perciò non è facile conciliare tutte le diverse esigenze, compresa quella della sicurezza. La particolare conformazione del Palazzo fa sì che per accedere alle sale principali bisogna per forza passare dal cortile interno, che è quello in cui vengono ricevuti gli ospiti d'onore (capi di stato stranieri, ecc.), ed è quindi impossibile far coesistere le due cose.

La soluzione, che forse verrà annunciata già la prossima settimana, è quella delle visite su prenotazione. Il Palazzo sarà aperto tutti i giorni sì, ma a orari che cambieranno a seconda degli impegni istituzionali, in modo da evitare sovrapposizioni che potrebbero comportare problemi di sicurezza o inconvenienti. È probabile quindi che dal sito ci si possa prenotare per un giorno specifico, e il sistema formerà dei gruppi di visitatori posizionandoli negli orari stabiliti, fissando un tetto massimo giornaliero e assegnando a ciascun gruppo una guida. È infatti impossibile che i visitatori vengano lasciati liberi di circolare nel Palazzo, anche seguendo percorsi museali prestabiliti.

Da quando il Quirinale veniva aperto solo in occasioni straordinarie ne è stata fatta di strada. Con Ciampi, che lo ha ribattezzato "la casa degli italiani", sono cominciate le visite domenicali, che fanno registrare sempre migliaia di turisti, ora si è arrivati all'apertura giornaliera. Apertura che porterà i visitatori anche in ambienti finora rimasti chiusi: oltre alle sale principali al piano terra e al piano nobile, ai giardini e alla collezione di carrozze, sarà visitabile per la prima volta la biblioteca lignea di Pietro Piffetti, così come gli appartamenti imperiali fatti costruire per l'imperatore Guglielmo II di Germania, molto vicini all'ala del palazzo in cui ci sono gli appartamenti e gli uffici privati del Capo dello Stato.

  • shares
  • Mail