Metro C: una petizione per salvare gli alberi di Via Ipponio

I residenti scrivono al sindaco Marino e indicono una manifestazione

Via Ipponio

Mentre a Piazzale Metronio sono in corso i lavori di riqualificazione con rimozione delle transenne jersey e costruzione di una rotatoria, la vicina Via Ipponio rischia di veder deturpati giardini e alberature per il procedere del cantiere per la Metro C: qui infatti è in costruzione la fermata Amba Aradam-Ipponio, importante punto di collegamento tra San Giovanni e Fori Imperiali nel tracciato della linea gialla della metropolitana di Roma.

I residenti della zona, e in particolar modo il comitato Ipponio Verde hanno lanciato una petizione al sindaco Ignazio Marino per salvare quel che resta del verde della via, già pesantemente deturpato dai lavori per il tracciato della nuova metropolitana. La petizione nasce dalla scoperta che l'area verde data in adozione nel 2010 dallo stesso Comune all'Associazione verrà distrutta.

il giardino sarà cementificato e gli alberi secolari saranno tagliati per far posto a un cantiere della Metro C di dimensioni colossali. Il cantiere non serve per costruire stazioni o gallerie ma per ospitare macchinari inquinanti (posti sotto le finestre dei palazzi), avanzi degli scavi e parcheggi per le auto dei dipendenti.

I residenti ritengono paradossale che, proprio mentre il consorzio Metro C si adopera al restyling di Piazzale Metronio, come chiesto da anni dai cittadini, allo stesso tempo smantelli il verde di via Ipponio.

Siamo felici di leggere dai giornali che Metro C farà la rotatoria, ma è una ragione di più per chiedere che lasci liberi dal cantiere anche i giardini di Via Ipponio e anzi li colleghi al nuovo arredo urbano.

Da qui la decisione di scrivere al primo cittadino, di avviare la petizione (che in pochi giorni ha superato le 500 firme) e di organizzare una manifestazione per giovedì 21 maggio, alle 18, nei giardini di Porta Metronia.

  • shares
  • Mail