Ultime notizie sul Pincio della discordia – Il parcheggio si farà


Nessun dubbio. A giugno, con ogni probabilità, le ruspe inizieranno a scavare sotto il Pincio per costruire il parcheggio da circa 1000 auto che permetterà la pedonalizzazione del tridente tra circa 18 mesi con tanto di nuova pavimentazione, a sampietrini, su via del Corso, traverse e parallele.

Nonostante le polemiche continue da parte dell’Opposizione di Centrodestra e le critiche da parte dell’associazione Italianostra, l’amministrazione comunale non si fermerà e continuerà a costruire sotto il Pincio quella che secondo il sindaco Veltroni è “la più importante operazione urbanistica della storia di Roma degli ultimi 50 anni” e l’opera che consentirà la scomparsa di “auto e lamiere da piazza di Spagna fino a piazza del Popolo”.

Le critiche da parte di Alleanza Nazionale ed Italianostra vertono, soprattutto, sul rischio che i lavori possano creare problemi all’estetica di Villa Borghese, al traffico in entrata ed uscita sul Pincio stesso e puntano il dito sull'insufficienza di posti auto. L’amministrazione di Centrosinistra, per bocca di Veltroni intervenuto al convegno organizzato dall'associazione "Italia Nostra" sulla legge per Roma capitale esclude tutto ciò ricordando che dal punto di vista estetico. “Se nella Place Vendome di a Parigi hanno fatto lo stesso, una ragione ci sarà”.

  • shares
  • Mail
21 commenti Aggiorna
Ordina: