'Due partite', al Teatro Valle

Due partite Amo le autrici che dedicano il loro tempo a delineare dei ritratti femminili il più aderenti possibile alla realtà. Una di queste è Cristina Comencini, regista di cinema affermata, che mette in scena Due partite (tratto dal suo romanzo omonimo edito da Feltrinelli Editore), questa volta a teatro.

Lo spettacolo è una commedia sociale tutta al femminile che sarà al Teatro Valle dal 10 aprile, e vedrà come protagoniste quattro attrici note, brave e complementari nei ruoli che la Comencini ha scelto per loro: Margherita Buy, Isabella Ferrari, Marina Massironi e Valeria Milillo. La storia mette a confronto due epoche, due maniere diverse di essere donne, tra similitudini e differenze.

Il primo atto si svolge negli anni ’60. Da molti anni, il giovedì pomeriggio, le quattro protagoniste dedicano una giornata solo a se stesse incontrandosi per la solita partita a poker nel corso della quale nascono chiacchiere e confidenze, mentre le loro figlie giocano nella stanza accanto. Nessuna lavora, e il filo rosso che le unisce è il fatto di avere come unici ruoli quelli di moglie e madre.

Nella seconda parte, passati 45 anni, si rivedono quattro donne vestite a lutto che giungono in un’altra casa, per partecipare ad un funerale. Sono le figlie di allora (le stesse attrici interpretano madri e figlie). Le confrontiamo, le colleghiamo con le madri di allora, si notano somiglianze, ma a differenza di loro, le figlie lavorano, sono più consapevoli, sono autonome ma anche tanto stanche.

Due partite
di Cristina Comencini
Teatro Valle
Via del Teatro Valle 23/a
Tel. 0668803794
Biglietti: da 16 a 29 euro

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: