Le Vacanze Romane di Mark Zuckerberg nell'era dei social network

DSC_0076.JPG_Andrew Feinberg

Sono poche ormai le notizie che sfuggono all’indiscreto universo dei social network, fuggito al controllo peggio della creatura di Frankenstein e altrettanto minaccioso, quanto meno della nostra intimità.

Neanche Mark Zuckerberg il giovane fondatore dell’impero in ascesa di Facebook e sposino novello di Priscilla Chen, è esente dal trattamento, infatti, dopo aver appreso delle nozze dalle foto in tour nel web, e averlo visto senza felpa ufficiale, con la stessa dilagante virulenza abbiamo appreso delle sue vacanze romane per la luna di miele. Il tam tam partito da Twitter, ha tracciato la mappa del tour capitolino con la puntualità di un tour operator, segnalando gli avvistamenti della coppia dal Colosseo alla scalinata di Piazza di Spagna, arrivando a fotografarli anche dentro la Cappella Sistina, dove 'in teoria' sarebbe vietato.

Dal proprietario del ristorante "Pierluigi", che ha avuto la coppia a cena, e dalla sua chiacchierata diffusa dall'Ansa, conosciamo anche il menù a base di catalana di gamberi, ostriche e carpaccio di pesce come antipasto, bombolotti all'aragosta per primo e pesce San Pietro alla cacciatora come secondo. Il tutto accompagnato da un chardonnay Gaia e Rei.

Insomma una seratina che lo stesso proprietario non ha esitato a definire “intima e romantica", peccato lo sia rimasta per poco, ma certo non è Zuckerberg che può lamentare 'gli effetti collaterali' dell’invasione dei social network nella nostra vita, visto che ci ha fondato un impero e a colpi di accordi, annessioni e acquisizioni dispendiose, sembra determinato a ‘imporlo’ anche a chi non lo vuole.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail