Gli spettri di Roma, quali negozi non riuscite a dimenticare?

I fantasmi di Frontoni

La notizia non c'è. Parliamo di roba già "antica". Per qualche trasteverino doc, addirittura preistorica. Tuttavia vedere le ombre delle insegne di Frontoni su quell'angolo di muro su viale Trastevere fa comunque un po' effetto.

"Frontoni..dal 1921" si legge ancora troppo bene. Dopo otto mesi dalla chiusura. Oltre alla nostalgia che già abbiamo raccontato in prima persona, c'è la strana sensazione, che in qualche modo il posto sia come "sospeso" nel tempo. La famosa Roma sparita che non scompare.

Collabora sicuramente il fatto che non sia stato ancora già sostituito da qualcosa di nuovo. Ma esistono altri luoghi del genere in città. Quali negozi, esercizi, bar, vi vengono subito in mente? Quanto tempo occorre perché i cittadini si dimentichino delle cosidette "istituzioni" nelle proprie abitudini?

I fantasmi di Frontoni
I fantasmi di Frontoni
I fantasmi di Frontoni

Quando si parla con gli anziani ci si rende conto che certi posti sono ancora vivi nei loro orizzonti. Su Le Sorelle Fontana di Piazza di Spagna (che poi erano sulla salita di San Sebastianello) hanno fatto addirittura i film.

Ma gli anziani siamo anche noi. Io mi ricordo le vetrine magiche di Gulliver Giocattoli a Santa Maria in via, lato della Galleria Colonna. Penso alla pasticceria Preschel a via Frattina. Ovviamente Teichner a San Lorenzo in Lucina, fresco di chiusura. E voi?

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: