Roma nascosta: San Cosimato in ospedale

Chiostro San Cosimato

Se non lo avete mai visto tocca dirvi che è meglio così. Perché se non ci andate volontariamente, sapendo dove andate, non sarebbe carino raccomandarvi d'incontrarlo incidentalmente.

Stiamo parlando di San Cosimato, antico monastero e soprattutto del suo chiostro, che ormai fa parte integrante dell'ospedale (precisamente: presidio territoriale di prossimità) Nuovo Regina Margherita a Trastevere, in via Morosini.

Un tesoro da salvare, come racconta bene Laura Serloni su Repubblica 2 anni fa, grazie all'associazione Mica Aurea, che lo tutela e lo protegge con diverse iniziative, ma i restauri sembrano, come sempre, infiniti.

Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato

Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato

Comunque resta assolutamente curioso, un po' assurdo e tipicamente romano, scoprire accanto a questo vero e proprio gioiello una struttura ospedaliera (che per altro funziona discretamente) con edifici che dire bruttini e un complimento.

Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato

Basta fare una galleria e lo scenario cambia. Un cavedio orrendo accanto ad un chiostro meraviglioso. Forse il senso è proprio questo, dal dolore della cura al riposo della pace. Del resto sin dall'antichità il monastero era poi diventato un casa di cura per anziani.

Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato

Chiostro San Cosimato
Chiostro San Cosimato

  • shares
  • Mail