La settimana dei Municipi. Parola d'ordine semplificare

smileParola d'ordine: semplificare, velocizzare, coinvolgere i cittadini nel controllo e nella cura del territorio. Sembrano queste le parole chiave di alcune delle iniziative portate avanti dai Municipi di Roma durante quest'ultima settimana, e che in molti casi hanno coinvolto anche bambini.

Ad esempio, il progetto (unico in Italia) "Io non faccio la fila e nemmeno la mia famiglia", progetto attivato nei nidi e nelle scuole dell'infanzia del Municipio IV che porta direttamente in classe la carta di identità per minori a tutti quei bimbi le cui famiglie ne facciano richiesta", come spiega il minisindaco del Municipio IV, Cristiano Bonelli, che lo ha presentato insieme all'assessore alle risorse umane Enrico Cavallari.

Come funziona: i genitori che lo desiderano potranno richiedere il documento per il proprio bimbo utilizzando il kit di guida al servizio distribuito dall'ufficio anagrafe del Municipio in tutti gli istituti del territorio, e la carta d'identità arriverà poi direttamente in classe nelle mani delle mamme e dei papà, senza nessun passaggio per lo sportello anagrafico.

Al via invece in Municipio II l'Osservatorio di quartiere "Cittadini&Istituzioni Roma 2", una Tavola Rotonda permanente frutto di una collaborazione tra Movimento Cittadino Flaminio/Parioli/Villaggio Olimpico, guidato dal Presidente Francesco De Salazar, Ama, Ufficio Giardini, Questura di Roma e Stazione Carabinieri Roma-Flaminia.

"Sicurezza intesa come maggiore sorveglianza del territorio, decoro urbano, manutenzione di aree verdi e alberi, potenziamento del trasporto pubblico e dell'illuminazione sono alcuni dei temi dibattuti e affrontati durante la Tavola Rotonda" commenta Francesco De Salazar, Presidente del Movimento Cittadino.

Per sostenere l'offerta di lavoro nel settore artigiano, si è conclusa invece la prima fase del 'Contratto di Quartiere Tor Sapienza”, progetto finalizzato all'attivazione di 16 Borse lavoro con tirocini nel settore artigiano, rivolto a disoccupati di eta' fra i 18 e i 28 anni. L'iniziativa prevede anche la realizzazione di un'indagine sul territorio del Municipio VII che ha portato alla mappatura delle aziende artigianali locali.

Inoltre volte, letteralmente, non resta che rimboccarsi le maniche, come hanno fatto i partecipanti della "Seconda Giornata della Cortesia per Roma”, i ragazzi di Retake Roma che muniti di pennelli, pittura e buona volonta', hanno ripulito le scritte vandaliche del Municipio II.

E prosegue per fortuna “secondo i tempi prestabiliti”, la ristrutturazione alla scuola Nitti, come informa l'assessore ai Lavori Pubblici del Municipio XX, Stefano Erbaggi. “E' stato completato un piano, con il rifacimento del relativo blocco bagni e gli adeguamenti alle normative di sicurezza antincendio. La prossima settimana avranno inizio i lavori sul muro di recinzione esterno, che ora è pericolante. I lavori si concluderanno, come previsto, nel mese di ottobre".

La scomparsa di un ragazzo di 17 anni, frequentante l'istituto Emilio Sereni alla Bufalotta mentre giocava a calcio, spinge inoltre il Municipio di appartenenza, il IV (e non solo quello, ci auguriamo) a riflettere sull'idea di dotare ogni campo di calcio e luogo dove si svolgono attivita' sportive, di defibrillatori e personale formato in grado di usarli.

"Come se non fossero bastati gli ultimi quattro anni di governo cittadino di Alemanno a dare un duro colpo al decentramento amministrativo e all'autonomia dei Municipi, oggi Roma Capitale comunica che gli Enti territoriali non hanno nessuna capacità giuridica per costituirsi parte civile nei processi che riguardano fatti accaduti sui territori di appartenenza – denuncia infine Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI - Ciò viene ribadito per bloccare le iniziative di alcuni Consigli municipali che hanno approvato atti in questa direzione".

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail