Gita fuori porta: a Canale Monterano con i butteri per l’acquacotta


Questa settimana la nostra gita fuori porta vira decisamente verso il bucolico d’altri tempi: ci dirigiamo, infatti, a Canale Monterano per assistere alla 35.ma edizione del Riarto dei butteri che si accompagna alla Sagra dell’acquacotta.

Per quanti non lo sapessero (me compresa fino a poco fa) si tratta di una tradizione molto antica che in questo angolo di Maremma laziale si lavora molto per tenere viva: il riarto era l’incontro che i butteri tenevano due volte l’anno, prima delle partenze per i pascoli estivi e per quelli invernali, durante i quali barattavano le merci che sarebbero servite durante i viaggi e marchiavano il bestiame per riconoscerne la proprietà.

Inoltre si sfidavano in giochi e gare d’abilità molto suggestive per il pubblico, che l’associazione locale dei butteri non mancherà di mostrarvi: dalla gara del saracino al gioco del cappello, dal gioco della rosa alla gimkana… tutte discipline che potrete scoprire soltanto venendo qui sabato e domenica.

Questi giochi sono, però, una specie di preludio alla tenzone finale: quella della cattura del vitello, in cui si cimenteranno i 3 butteri che hanno ottenuto il punteggio più nelle altre gare, per dirla in altri termini, coloro che si sono dimostrati più valorosi. Ovviamente, tutta questa attività fisica mette fame, quindi a pranzo si fa una bella pausa a base di acquacotta, la zuppa tipica di queste parti. Per questa edizione, infine, sono state previste anche una mostra canina e bancarelle di ogni genere.

Foto | Flickr

Canale Monterano

  • shares
  • Mail