Via Sallustiana: ci sarà "la caduta delle transenne"?

transenne all\'americana

Prepariamo i fazzoletti. Ci sarà da commuoversi. Un po' come la caduta del Muro. Sono partiti i lavori tra via Sallustiana e via Lucullo. Questo significa, forse, addio transenne!

Ci sono voluti quasi dieci anni per risolvere l'enigma dell'ammasso osceno di ferraglia arrugginita intorno all'ambasciata degli Stati Uniti. Che fosse una "defense" anti-terroristica era quasi comprensibile, molto meno che fosse funzionale, così, con il recinto immobile di trasenne mobili.

Ma questa sistema tubolare di usucapione del suolo pubblico piace molto ai nostri amministratori. Di qualunque colore siano. Ormai lo sappiamo bene. La soluzione italiana del compromesso. Dell'attesa. Il famoso "congedo illimitato provvisiorio" di fine naja.

transenne all\'americana
transenne all\'americana
transenne all\'americana

Gli americani hanno comunque una certa responsabiltà nella vicenda, visto che in effetti era una misura di protezione per loro. Avrebbero almeno potuto accelerare la cosa, come fecero i colleghi inglesi. Vediamo cosa verrà fuori da questi lavori. Probabilmente si mangeranno il marciapiedi, come hanno fatto a Via Veneto, con la benedizione autocelebrativa della passata giunta.

Meglio comunque dello strazio di tubi. Mentre attendiamo che il miracolo si compia anche in piazza Colonna, speriamo e preghiamo che non succeda come in via Boncompagni però. Dove dopo i lavori di rifacimento, sono tornate le transenne

  • shares
  • Mail