Gita fuori porta: a Priverno per la mozzarella di bufala e… oltre


Avete mai assaggiato la bazzoffia? Cos’è? Un’ottima zuppa di pane e verdure che si prepara nel Pontino. Se l’idea vi stuzzica e il ritrovato bel tempo pure, fate ancora in tempo per partecipare domenica alla Sagra agroalimentare della mozzarella di bufala e dell’olio extravergine delle colline pontine che si terra` a Priverno.

Lo so, il nome non è un granché, ma dando uno sguardo agli assaggi che potrete fare c’è da combattere contro l’acquolina in bocca! Oltre alle specialità già citate, infatti, ci saranno anche la carne di bufala, l’olio dop del territorio e gli ultimi carciofi. Ma la vera, incontrastata protagonista resta lei: la mozzarella di bufala, che a quanto pare non è buona solo in Campania.

La pro loco promette anche musica e intrattenimenti culturali per grandi e piccini, ma noi, come ormai sapete, amiamo farci in proprio il nostro piccolo itinerario alla scoperta dei luoghi dove la gola ci porta. E così scopriamo che Priverno è una città antica, le cui vestigia risalgono addirittura all’Impero romano: i resti dell’epoca potete ammirarli un po’ fuori dall’abitato, lungo la strada che conduce ai Monti Lepini.

Eletta Città d’Arte grazie alle sue numerose bellezze, Priverno comprende nel suo territorio la splendida Abbazia di Fossanova, il primo esempio in Italia del gotico cistercense e dove si trova la tomba di San Tommaso d’Aquino, che vi morì nel 1274. Sono visitabili le stanze dove dimorò questo esimio Dottore della Chiesa.

Ci sono poi molte chiese e molti palazzi da ammirare durante una passeggiata, mentre per gli amanti del verde, che cerchiamo di non trascurare mai nei nostri piccoli viaggetti, consiglio una bella sgranchita di gambe lungo le rive del fiume Amaseno, del quale da anni è in corso il recupero: qui si pesca, si ammirano le frequenti cascatelle, ma, soprattutto, se vi va, arrivate ai laghi del vescovo, in località Gricilli. Sono di origini vulcaniche e le acque sono sulfuree, quindi potete berle traendone beneficio. Ultima nota di colore: si dice che il lago più grande sia senza fondo!

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail