La settimana dei Municipi. L'arte del controcanto

pista ciclabileAlmeno due le iniziative importanti prese questa settimana dal Campidoglio: l'istituzione di un piano di Ciclabilità, e lo stanziamento di un milione di euro per interventi di decoro nelle 49 stazioni delle linee A e B della metropolitana di Roma. Iniziative su cui naturalmente i Municipi non hanno mancato di dire la propria.

Innanzitutto, Roma Capitale si e' dotata del Piano della Ciclabilita' che prevede 1.000 chilometri di piste protette da realizzare entro il 2020, per un investimento di 170 milioni di euro, e per "completare l'azione" il Municipio XI ha chiesto e ottenuto "un finanziamento, con l'obiettivo di dotare di pista anche la Circonvallazione Ostiense, in modo da collegare il tratto di Viale Colombo con l'importante via commerciale del territorio, con la metropolitana e con l'Universita' Roma Tre", come informa il presidente del Municipio XI, Andrea Catarci.

Inoltre viene valutato positivamente, dai minisindaci, l'intervento di riqualificazione delle vie d'accesso alle metropolitane, anche se c'è chi aggiunge del suo, come Susi Fantino, battagliero minisindaco del Municipio IX.

"Con l'occasione ricordiamo al Sindaco Alemanno che anche Piazza Re di Roma, come abbiamo più volte denunciato, versa in condizioni di gravissimo degrado. Speriamo non serva un'altra inchiesta per convincere il Sindaco a prendere sul serio la vicenda" segnala Fantino, ricordando infatti che “solo qualche settimana fa il Campidoglio tentava di imporre ai Municipi la pulizia di questi spazi, in assenza di risorse e che solo grazie un'inchiesta del Messaggero. Solo allora Alemanno si è deciso a fare chiarezza e ad affrontare il problema".

Forti proteste poi per la risoluzione del problema rifiuti a Roma, di cui si sta occupando in queste settimane il ministero dell'Ambiente che pur ha dichiarato di non voler entrare nelle polemiche politiche di merito.

"Se ce ne sara' bisogno arriveremo anche al blocco della discarica di Malagrotta, cosi' Roma dovra' accorgersi per forza del sentimento di questa popolazione. Sta emergendo dai cittadini anche questa possibile forma di protesta e se questa ipotesi prevarra', da presidenti di Municipio non ci tireremo indietro", dichiara Gianni Paris, presidente del Municipio XV, sull'ipotesi che l'area di Monte Carnevale (nell'area di Malagrotta e della Valle Galeria) possa ospitare la discarica temporanea.

"Collocare una nuova discarica nella Valle Galeria sarebbe una vergogna. Una vergogna perché si straccerebbero i patti sottoscritti con i cittadini. Una vergogna perché c'è un'emergenza sanitaria nella Valle rappresentata dal 28% di morti per tumori in più rispetto al resto di Roma”, si associa il minisindaco del Municipio XVI, Fabio Bellini.

Intanto, c'è chi chiede a residenti e commercianti del Municipio XVI di esprimersi sulla possibilità di istituire le strisce blu dal ponte di Testaccio fino alle pendici di Monteverde Vecchio, dalle ore 15 del venerdi', alle ore 18 della domenica, visto che in effetti nel week end e quando viene aperto il mercato domenicale di Porta Portese c'è un “afflusso massivo degli avventori dei locali di Testaccio che parcheggiano la propria auto nel Municipio XVI perche' al di la' del ponte sono attivi i varchi Ztl”, come spiega Marco Giudici, consigliere municipale del Municipio XVI del Pdl, che lancia il sondaggio sul suo sito personale.

E mentre il consiglio del Municipio II ha approvato all'unanimità la proposta di risoluzione per l'estensione dell'ordinanza anti-bivacco del Comune di Roma nel quadrante di Piazza Mancini proseguono, come vi segnaliamo da sempre, le pulizie della città da discariche e degrado. In questi giorni è avvenuto, grazie all'Unita' bonifica discariche di Ama, con oltre 20 tonnellate di rifiuti vari da Riva Pian Due Torri (altezza ponte della Magliana), nel territorio del Municipio XV.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail