Sabato 31 marzo è l’Ora della Terra: Roma spegne Castel Sant’Angelo, la cupola di San Pietro, il Quirinale, tu che spegni?

Domani non è solo sabato e spero che in tanti abbiano aggiunto alla lista della spesa e delle cose da fare anche tutte quelle da spegnere, per accende la coscienza e approfittare di una riflessione globale sul futuro del nostro pianeta.

Dalle 20.30 alle 21.30 di sabato 31 marzo, l’Ora della Terra (Earth Hour) offre un’ulteriore occasione per iniziare a spegnere quel superfluo che spreca, surriscalda e nuoce a tutti e ogni anno spinge gente, città e nazioni insieme al WWF a spegnere tutto per 60 minuti di riflessione su un futuro più sostenibile.

A Roma si spegne Castel Sant’Angelo e la cupola di San Pietro, anche il Quirinale spegne la facciata per un quarto d'ora, ma soprattutto si pedala dal Colosseo a Castel Sant'Angelo, dove sul «Palco a pedali–Goodbike» del concerto-eco-spettacolo dei Têtes de Bois, con Elisa, Niccolò Fabi, i "donatori di energia" reclutati sul web a pedali produrranno l’energia elettrica per la serata.

E poi Coin spegnerà le vetrine, gli ipermercati Auchan una delle insegne esterne per tutta la giornata e ogni ora abbassa le luci dei punti vendita, io continuo la mia crociata ‘sostenibile’ sostituendo ogni volta qualcosa di elettrico con la vecchia manovella, domani spengo anche il mio mac e sto pensando ad una cenetta a lume di candela. Voi che spegnete e soprattutto cosa pensate di continuare a spegnere anche in futuro?

  • shares
  • Mail