Rifiuti Roma: tra i servizi online di Ama, la monnezza indifferenziata in strada e la chiusura di Malagrotta prorogata

Cassonetti verdi rifiuti indifferenziati Roma

Ultimamente i rifiuti a Roma non fanno fumare solo i cassonetti e mentre Ama si arricchisce di servizi più efficienti in rete che in strada, tra vecchie discariche da chiudere e nuove che ‘non s'ha da fare’, il Ministro Clini si spinge oltre il piano emergenza dei rifiuti, proponendo un vero 'piano speciale per Roma'.

Un piano ‘straordinario’ che privilegia comunque la riduzione dei rifiuti da destinare a impianti di trattamento (discariche o termovalorizzatore) e un commissariamento più lungo per la ricerca di siti alternativi alla chiusura della discarica di Malagrotta, prorogata oltre il 30 giugno ma non oltre la fine del 2012.

Possibilmente siti che non abbiano le problematiche di natura idrogeologica di Corcolle, Riano Quadro Alto e Pian dell’Olmo, quelle di sovraccarico ambientale di Monti dell’Ortaccio, le criticità di Fiumicino-Osteriaccia e di Roma-Castel Romano, o problemi con la tempistica di realizzazione come Pizzo del Prete-Le Macchiozze.

Tutto questo nella capitale che di verde ha ancora i cassonetti della raccolta indifferenziata e nella regione Lazio che ha appena arricchito la sua collezione di maglie nere, con quella del rapporto annuale (2011) sulla gestione dei rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche.

  • shares
  • Mail