Colosseo in restauro "forse da Aprile": tra camion bar e ambulanti regolari & centurioni battaglieri

Centurioni al Colosseo_Simone Ramella

Anche una star monumentale come il Colosseo deve fare i conti con i problemi eterni quanto la città che rappresenta, ma se i lavori di restauro sponsorizzato delle sue vecchie pietre potrebbero iniziare ad aprile, ai problemi di degrado provvede da subito la task force della polizia municipale.

Peccato solo che l’ultimatum anti "suk" indecoroso che prolifera all’ombra dell'Anfiteatro Flavio, presentato del soprintendente ai Beni archeologici di Roma Mariarosaria Barbera, per ora abbia effetto solo su bancarelle, guide e centurioni ‘abusivi’.

Intoccabili restano infatti quei camion bar che potrebbero fare concorrenza a Bulgari (quello dei gioielli), e i venditori ambulanti di gadget-souvenirs e affini (spesso made in China, Taiwan o C-Korea), provvisti di “autorizzazioni rilasciate dal Comune di Roma col nullaosta delle Sovrintendenze”, anche se il confine tra legale e decoroso è spesso labile.

In ogni caso, la ritirata dei centurioni dal Colosseo, abusivi per vocazione e incuranti delle regole per discendenza diretta dalla stirpe che rappresentano mascherati tutto l’anno, rischia di non essere pacifica e qualcuno, forse per non tradire la natura battagliera e prepotente degli avi, minaccia pure di dare il Colosseo alle fiamme. Folcloristico quanto l'esposto dei camion bar presentano contro il restauro targato Della Valle che prevede la costruzione di bookshop e una caffetteria.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail