Gita fuori porta: a nord per festeggiare le donne o a sud per il Carnevale campagnolo


“Essere o non essere: questo è il problema…”. È il dilemma per antonomasia quello shakespeariano, ma anche noi oggi, nel nostro piccolo, ve ne proponiamo uno al quale davvero non sappiamo dare una risposta definitiva, sperando che ognuno trovi quella giusta per sé.

E il nostro dilemma riguarda dove andare in gita questo weekend: se verso nord, ad Acquapendente (Viterbo), dove si festeggia la Donna nei Musei Civici, oppure al sud per un Carnevale fuori stagione, quello campagnolo che si svolge a Ss. Cosma e Damiano, provincia di Latina.

Se il vostro animo vacanziero vi fa propendere per le mimose, sappiate che nella cittadina della Tuscia si rende omaggio alle donne, che per tutto il fine settimana entrano gratis nel Museo del Fiore in località Giardino Torre Alfina e nel Museo della Città nel Palazzo Vescovile, che offre anche un’interessante visita guidata alle maioliche in mostra risalenti addirittura al Medioevo.

La visita vi catapulterà dritti dritti nel mondo della ceramica storica, alla scoperta delle tecniche di lavorazione e decorazione di ritratti femminili che caratterizzano l’arte della produzione locale. Durante questa giornata a tema, inoltre, chi lo vorrà potrà anche partecipare al laboratorio artistico ‘Antichi Volti’, per calarsi ancora di più in queste atmosfere alla modica cifra di 3 euro.

Se la vostra bussola, invece, stavolta indica il sud, sappiate che a Ss. Cosma e Damiano le sfilate dei carri allegorici si svolgono fin dagli anni Settanta e carichi di fiori, piante e persone che ballano girano le vie del paese per farsi ammirare con un corteo di musicanti, danzatori, acrobati e suonatori di fisarmonica. Questo Carnevale è detto campagnolo perché già da qualche tempo il suo percorso interessa tutte le campagne circostanti.

Ovviamente la sfilata nasconde una sfida tra i carri delle contrade locali: quest’anno la manifestazione è stata rinviata a dopo la fine del Carnevale tradizionale a causa di un lutto che ha colpito la contrada San Lorenzo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail