Sabato 10 marzo 25 anni di successi Q8 all'Auditorium Parco della Musica di Roma

concerto q8 roma auditoriumDomani, sabato 10 marzo, Q8 celebra 25 anni di successi in Italia all'Auditorium Parco della Musica di Roma. Una serata che anticipa la primavera concertistica capitolina: in sala Santa Cecilia suoneranno la Philharmonia Orchestra di Londra insieme allo straordinario violino di Vadim Repin. A dirigere i musicisti sarà il Maestro Antonio Puccio, già collaboratore personale del M° Uto Ughi e del M° Claudio Abbado in diverse tournée mondiali.

Parte del ricavato sarà devoluto da Q8 alla Fondazione Francesca Rava - N.P.H Italia, per il progetto Francisville, la città dei mestieri a Tabarre, nella periferia di Port au Prince, Haiti. Lì è destinata a sorgere una nuova “area industriale” in cui accorpare le microimprese già aiutate negli anni passati e un centro di formazione professionale dove famiglie e ragazzi della zona potranno intraprendere nuove attività e valorizzare il proprio talento.

Tutte le informazioni sulla serata per i 25 anni di Q8 all'Auditorium Parco della Musica di Roma sul sito Q8. Dopo il salto un approfondimento sulle attività benefiche della Fondazione Francesca Rava - N.P.H Italia.

Iniziativa realizzata in collaborazione con Q8.

Fondata nel 2000, la Fondazione Francesca Rava rappresenta in Italia N.P.H. - Nuestros Pequeños Hermanos (I Nostri Piccoli Fratelli) organizzazione umanitaria internazionale che dal 1954 aiuta orfani e bambini abbandonati in centro e sud America: Messico, Guatemala, Honduras, Nicaragua, El Salvador, Repubblica Dominicana, Bolivia, Perù e anche Haiti, dove da tre anni Q8 sostiene il progetto Francisville, la città dei mestieri.

Francisville sarà una nuova zona dove potranno unirsi le microimprese sorte a Tabarre negli anni di attività della fondazione: un appezzamento di 25.800 metri quadrati accanto al nuovo ospedale pediatrico e al Centro di Riabilitazione la "Casa dei Piccoli Angeli". Lì sorgeranno anche le piccole fabbriche di Francisville, che riunite sotto capannoni da 300 a 500 mq produrranno beni essenziali offrendo un lavoro alla manodopera non qualificata della zona.

Obiettivi centrali del progetto e delle attività della Fondazione, l'assistenza immediata alla popolazione locale e la creazione di posti di lavoro che diventino un volano per la formazione e la trasmissione di know-how. Un aiuto concreto che mira all'autofinanziamento dei progetti assistenziali. Un progetto imprenditoriale che servirà nell'immediato a salvare migliaia di bambini e assicurare loro un domani.

A Francisville sorgeranno una fabbrica di sapone che darà lavoro a 20 operai, una fabbrica per il pane e la pizza che darà lavoro ad altre 20 persone e potrà offrire nutrimento a circa 2mila persone al giorno, una fabbrica di sandali e di scarpe di plastica. Anche un'officina meccanica per la manutenzione dei veicoli dell’ospedale e di altri mezzi. Ma non ci sarà solo lavoro nella città dei mestieri, ma anche scuola e formazione.

Nascerà infatti una scuola professionale in grado di gestire 20 classi (e complessivamente 500 tra bambini e ragazzi) allo scopo di educare e formare i giovani del posto. Lì verranno formati insegnanti delle Scuole di strada, medici ed infermieri dell’ospedale, ragazzi impiegati nelle fabbriche ed ex pequeños usciti dalla Casa N.P.H. di Kenscoff che al termine del ciclo di studi otterranno diplomi equiparati a quelli europei e statunitensi.

Insieme alla scuola professionale a Francisville sorgeranno i laboratori vocazionali dove i ragazzi delle Scuole di strada e della Scuola professionale potranno imparare un lavoro. Ma non solo: perché nella città dei mestieri ci sarà spazio anche per lo sport, con un'area dotata di un campo da calcio dedicato ai ragazzi e alle ragazze delle scuole di strada, delle professionali e delle fabbriche etiche.

  • shares
  • Mail