La Tana della Lupa: Ancora qui


Stufi. Siamo proprio stanchi. Annoiati da questa ripetitiva altalena di stati d'animo e di risultati. La Roma inciampa ancora in una figura pietosa. L'ennesima trasferta da fantasma, l'ennesimo "caso" nelle convocazioni di Luis Enrique.

Questa volta il protagonista del giallo è Daniele De Rossi. Quello che sembrava la bandiera imprescindibile del gruppo. Si parla di un ritardo alla riunione tecnica. Francamente non ci pare credibile. Deve essere successo qualcosa di più simile al caso Osvaldo, magari qualche parola di troppo, dopo la polemica sul ritardo.

Ad ogni modo subito due cose. Primo: Se anche ci fosse stato un fatto più grave, non si deve mai indebolire la squadra per principio. Le balle sul codice etico sono grottesche. Luis, proprio perché hai giocato a Barcellona e Madrid, sai benissimo che prima di tutto conta la forza che puoi mettere in campo. Altrimenti Maradona, Best o Cruijff li tenevi in tribuna, fissi.

Secondo (e più importante): Proprio perché De Rossi non è Maradona, la Roma non può dipendere da lui (o dallo stesso Totti). Sarebbe osceno. Anche perché giochi a Bergamo, non è la finale di coppa contro lo United!

Allora qualcuno ci spieghi cosa è successo a tutti gli altri scesi in campo. Cosa gli date da mangiare? Perché questa squadra a volte scompare letteralmente. In ogni reparto. Con De Rossi, giocando come ieri, si perdeva lo stesso. Nessuno, eccetto forse Taddei e Borini per l'impegno, ha giocato concentrato. Uno scempio totale.

Infine. Capitolo arbitro. Dato che la società non ne parla, ed è un bene, lo facciamo noi tifosi. Caro Damato da Barletta, sia gentile, ci spieghi quale problema pischico si scatena nel suo subconscio quando vede le maglie della Roma. Ci ha fatto perdere un campionato, che se avessimo avuto Conte in panchina non la faceva uscire dal campo.

Quest'anno in due partite ci ha fatto fuori 5 giocatori. E' un bel record. A Firenze l'unica espulsione (su 3) non discutibile fu quella su Bojan. Ieri ha fatto di meglio. Rosso solo per il nostro, in uno scambio di cianchette. All'altro il giallo. Mai vista una roba del genere. Anzi la regola (idiota) del calcio è che si punisca sempre con maggior forza la reazione piuttosto che la provocazione. Lo chieda a Totti.

Ma il rosso superlativo è poi quello a Cassetti, reo del "vaffa" al guardalinee. Da domani ci mettiamo a contare gli insulti ai tizi con la bandierina, voglio vedere quanti ne espelle ancora. Caspita, che malafede! E pensare che lo special one faceva il segno delle manette per due espulsioni sacrosante... Fateci sapere la prossima con Damato, che la vediamo direttamente da Rebibbia.

Voti

Stekelenburg 6 incolpevole sui goal, ci salva pure un paio di volte.

Rosi 4 Un pupazzo, lo saltano come un birillo. Perde tutti i contrasti, non azzecca uno stop. Esce per una gomitata in faccia (da rosso, quella sì) quando uno con un po' di carattere restava in campo e mostrava i muscoli. Josè Angel 4,5 Posseduto dal demone del numero di fantasia, non tira quando ha la palla buona, ma loffia da lontano.

Juan 4 E questo va preservato per il derby? Ci rendiamo conto come siamo messi in difesa? Esce per Cassetti 2 Come le cose che riesce a fare. Un assist al bacio per la tripletta di Denis e l'espulsione per proteste. Record.

Heinze 5 Almeno ha carattere. Perfino Damato lo teme. Anche lui fa però delle boiate inverosimili su due dei 4 goal.

Taddei 6 L'unico con un po' di sale in zucca. Fa pensare la cosa. La fascia di capitano lo responsabilizza nel naufragio. Sballottato da una fascia all'altra, fa vedere le cose migliori.

Pjanic 3 Non può essere lui quella cosa che ha sbagliato tutto quello che si poteva sbagliare (e forse anche di più).

Gago 5 Fa il De Rossi, e si vede. Prende pure il giallo (salterà il derby) quando innesca lo stesso il contropiede del raddoppio. Esce per evitare il doppio giallo damatiano per Greco s.v. randella qua e là, lui può (?)

Marquinho 4,5 Impalpabile. Si fissa di avere il tiro alla Dirceu. Dopo 5 tentativi prende la porta. Al replay.

Lamela 4,5 Evanescente nei primi minuti, non punge mai. Poi si mette a fare i numeri quando ormai prendiamo acqua. Ma gioca praticamente da solo. Tirando senza senso ogni punizione da mettere in mezzo.

Borini 5,5 Per il goal e la solita grinta. Ci fa illudere per 5 minuti.

Osvaldo 4 Isterico. Inutile. Salta il derby e l'eventuale (assurda per lo stato fisico) convocazione azzurra.

Luis Enrique 4 I dogmatismi sono per i fessi. In ogni settore.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: