La settimana dei Municipi, i diritti dei piccoli

asilo

Abbiamo spesso dato notizia di allarmi lanciati dai Municipi romani su una emergenza fondi riguardante gli asili capitolini. Anche i genitori di diversi quartieri di Roma, ora, sono sul piede di guerra e fanno arrivare i loro segnali di protesta sullo stato delle strutture che ospitano i loro figli.

'Nella scuola d'infanzia comunale 'Zucchero filato' del quartiere Giardini del Municipio XIII da oltre 20 giorni piu' di 20 bambini tra i 4 e i 5 anni sono lasciati nella semioscurita' dalle 8.00 alle 16.45, in quanto e' saltato l'impianto elettrico in classe Sezione D, forse a causa dell'acqua che si infiltra dal tetto ad ogni pioggia”, spiegano ad esempio i genitori della 'Zucchero filato' e del presidente del Consiglio Scuola Renato Reggiani.

In pratica, spiegano, “non si accende piu' nessuna delle luci al neon e i bambini il pomeriggio sono costretti a spostarsi in salone, data l'oscurita' che cala in classe abbandonando i loro giochi ed ogni attivita' didattica programmata. Ma e' da paese civile lascire i bambini al buio?”.

Purtroppo, riferiscono, “ai fax inviati agli uffici preposti dalla scuola, ad oggi non e' stato dato nessun seguito e alle sollecitazioni al telefono e' stato comunicato ad alcuni genitori e maestre che l'intervento non sara' effettuato per mancanza fondi”.

E con molti sforzi, per mancanza di fondi, è stata affrontata anche la situazione dell'integrazione scolastica dei 37 alunni disabili del Municipio III, in cui proprio l'amministrazione municipale ha dovuto stanziare 101mila euro che mancavano per garantire il loro diritto alla scuola, come ha spiegato Guido Capraro, assessore alle politiche sociali del Municipio.

Formiche sui muri, ma anche sui biberon dei bambini, invece, all'asilo nido 'Il Pettirosso' in viale G.B. Valente, nel Municipio VII: li ha fotografati la signora Anna membro del comitato di gestione dell'asilo nido, che, racconta, ha anche “scritto una lettera al sindaco e all'assessore De Palo”, e aspetta “fiduciosa” qualche tipo di risposta.

Meno fiducioso il minisindaco del Municipio XI Andrea Catarci, che invece ha lanciato un appello sul “dimensionamento scolastico” in corso, per effetto del quale è prevista “la riduzione a sei degli Istituti comprensivi, con due realtà composte di circa 1.600 alunni. E' un altro duro colpo alla qualità scuola pubblica – spiega - e in questa gara alla demolizione, la Polverini sul dimensionamento scolastico è riuscita addirittura a far peggio dell'ex Ministra Gelmini"

E invece proprio i più piccoli e i giovani sono una risorsa in tanti campi. Come in quello della solidarietà fra generazioni, ad esempio, come mostra 'Teo', acronimo di Terza eta' online, il progetto promosso dalla Provincia di Roma in collaborazione con la Fondazione Mondo digitale.

“Teo” porta agli over65 la possibilita' di accedere internet attraverso corsi gratuiti di alfabetizzazione informatica da 30 ore in cui, per una volta, saranno i 'nipoti' a trasferire la loro esperienza e conoscenza ai nonni di 36 centri anziani del territorio, uno per ogni Municipio della Capitale e per ogni distretto sanitario del territorio provinciale (17), in cui la Provincia ha anche allestito internet corner ad hoc.

Una curiosa denuncia riguardante una scuola del Municipio III, infine, visto che “il mezzo con il cestello dell'ufficio giardini, che doveva rimuovere alcuni rami e alberi pericolanti, non è potuto entrare nella scuola Falcone e Borsellino a causa dei marciapiedi giganti voluti dal centrosinistra, con i lavori hanno eliminato il passo carrabile ed hanno fatto montare decine di paletti che di fatto bloccano tutti gli accessi della scuola sia ai mezzi di manutenzione e cosa ancora più grave ai mezzi di soccorso”.

La beffa, secondo Alessandro Zingaretti, presidente Gruppo Pdl nel Municipio III sta nel fatto che i sono costati al municipio quasi 6 milioni di euro “quasi il doppio rispetto ad altri municipi, presenteremo alla Ragioneria Generale del Comune e alla Corte dei Conti una richiesta per verificare le spese".

In Municipio IV iniziativa concreta del "decoro urbano di Roma Capitale, che come chiesto dal Municipio, con una squadra composta da una decina di operatori dell'Ama ha iniziato questa mattina la ritinteggiatura della facciata di un edificio scolastico. Piccole bonifiche e pulizia delle aree esterne ludiche hanno gia' contribuito a ridare alla struttura quell'aspetto decoroso che mancava da diversi anni", come ha spiegato il minisindaco Cristiano Bonelli.

Infine, chiudiamo con una nota festosa, visto che ieri si è ricordato il compleanno della "Garbatella, l'unico quartiere di Roma di cui si conosce esattamente la data di nascita: 18 febbraio del 1920. La "Città Giardino", osservata e studiata in tutto il mondo, compie 92 anni: un'età importante, portata con fierezza e con orgoglio- ha detto il minisindaco del Municipio XI, Andrea Catarci - Più di qualche ruga compare qua e la nel tessuto di quartiere, infatti spazi pubblici e singoli edifici sono sottoposti all'usura del tempo, ma lo spirito vivace e creativo degli abitanti è rimasto sempre lo stesso”.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail