Parcheggiatori abusivi, aggiorniamo la mappa


Non si capisce perché eliminare un problema spinoso come quello dei parcheggiatori abusivi, a Roma assomiglia all'impresa di Leonida alle Termopili. Una missione impossibile. Alla quale dovremo contribuire tutti. Cominciando a non pagare e segnalando le zone di estorsione.

Il nostro Leonida al secolo si chiama Fabrizio Santori, presidente della commissione Sicurezza di Roma Capitale. La sua (e la nostra) guerra dura da anni. Con alterni successi e fallimenti. C'è un dossier, ormai quasi vecchiotto, che raccoglie dati e numeri del racket dei parcheggiatori abusivi, con tanto di tabella dei luoghi dove agiscono, divisi per municipi.

L'ultima battaglia, di questi giorni, è avvenuta al III municipio. Gli agenti del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana hanno effettuato intervento di prevenzione e repressione presso il Cimitero Monumentale del Verano, il parcheggio antistante la Chiesa di S. Lorenzo fuori le Mura, l’Ospedale Policlinico Umberto I e il Centro di Igiene Mentale. Fermate 12 persone di nazionalità italiana, bulgara e rumena.

"Erano giunte in commissione Sicurezza, - dichiara Santori - che già nei mesi scorsi ha mappato i 113 luoghi più a rischio della città, numerose segnalazioni di comportamenti vergognosi e illeciti da parte di parcheggiatori abusivi, in prevalenza stranieri, che minacciavano tutti coloro i quali transitavano nell’area del Verano e in particolare i parenti dei defunti taglieggiandoli in maniera odiosa.

Tale fenomeno deve essere assolutamente stroncato alla radice e la brillante operazione odierna della polizia locale di Roma Capitale va in questa direzione. È necessario cogliere i trasgressori nella flagranza dell’illecito per poter procedere all’arresto per estorsione e allo stesso tempo carpire informazioni utili per scovare i responsabili di questo ripugnante racket che controlla alcune vie e piazze della Capitale.

Solo così e in maniera netta e determinata sarà possibile sconfiggere questo comportamento criminale senza abbassare la guardia e impedire il riformarsi di un fenomeno che compromette  la vita sociale di numerosi cittadini romani, offendendo e approfittando di chi in molti casi è angosciato e indebolito dal dolore davanti ad ospedali e cimiteri".

Applausi. Anche se certe parole si ripetono da anni, come si nota dal pezzo di Repubblica del Marzo 2010. L'ansia che viene a noi spartani di Roma, è che poi Leonida fu comunque sconfitto...

Ma proprio per questo vale la pena combattere. Così invitiamo tutti i nostri lettori ad indicare l'ultimo parcheggiatore abusivo incontrato. Dove, come, quando. C'è una mappa creata da Parcheggiati.it che andrebbe sempre aggiornata. Questa è Roma!

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: