Roma Virtuale: giocando con la fisica di Google Maps

Paradossi prospettici di Google Maps

Ricordate la mitica scena di Inception (forse l'unica sequenza davvero brillante del film) quando la giovane architetto di sogni comincia a "giocare con la fisica" nel suo progetto?

"Impressionante, vero?" Ebbene non serve per forza rivedere il film per provare certe sensazioni, o addirittura essere a Parigi sotto l'effetto allucinogeno di una sbronza all'assenzio...

Vi basta invece aprire Google Maps e scendere al livello 45 gradi di zoom. Potete farlo ovviamente con la vostra, nostra città. Sorvolando virtualmente Roma non potrete non stupirvi dei giochi di prospettiva sbilenca che i grandi server di big G sono costretti a produrre, otticamente parlando.

Paradossi prospettici di Google Maps
Paradossi prospettici di Google Maps
Paradossi prospettici di Google Maps
Paradossi prospettici di Google Maps

Per avere un effetto 45 gradi, infatti, senza cadere per terra seguendo una linea dritta sullo schermo, il puzzle di immagini incontra divertenti punti di contatto, dove edifici, angoli e inclinazioni, vanno del tutto fuori asse, e sembra di vedere discese o pendenze assurde.

Palazzi che si piegano in direzioni improbabili, offrendo panorami deformati fuori da ogni realtà. Sembra quasi di essere in un disegno di Escher, con la sua logica paradossale. Attenti a non perdervi nei labirinti del virtuale.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: