Europedia: uno scenario ludico e partecipativo

eu

Il 25 Marzo l'Europa compie 50 anni, per festeggiarla il CIDE mette in campo Europedia, un'originale iniziativa di ambiente interattivo itinerante in cui esplorare e sperimentare l'idea di Europa_unita nei linguaggi e con la sensibilità dei nuovi media; un progetto multimediale creato da Map a cura di Stefano Diana, Andrea Genovese e Carlo Infante e prodotto dal CIDE che mette in relazione ambienti reali (Roma, Torino, Lecce) con lo spazio pubblico di Internet dove la partecipazione di tutti genera una ricchezza condivisa. L'appuntamento romano, a mio avviso da non perdere, è dal 23 al 27 Marzo nello spazio della Galleria Alberto Sordi, Largo Chigi.

Il format di comunicazione pubblica Europèdia è un ambiente interattivo che ha al centro un monolite alto 4 metri, fatto di schermi interattivi (interactive mirror): un’installazione video-dalla forte carica emozionale, allestita con retroproiezioni e sensori di prossimità. Nell’ambiente interattivo di Europèdia e nello spazio urbano intorno saranno disseminati gli innovativi matrix code: codici a barre bidimensionali capaci di essere letti dai camera-phone come link verso pagine web pertinenti. Tra queste ci sarà il geoblog (una mappa interattiva dell’Europa su cui scrivere messaggi), un’applicazione realizzata per l’occasione su www.europedia.it

Inoltre l’area sarà coperta da connessione wi-fi a libero accesso e, se si possiede un dispositivo bluetooth per la trasmissione di contenuti sul telefono mobile, si potrà acquisire la colonna sonora originale del progetto realizzata da BROtheRS: ambient music che mixa la Gymnopédie di Erik Satie con sonorità europee come la pizzica salentina e il rebetiko greco. A circondare l’ambiente interattivo delle sculture sonore: gli avatar, i simulacri dei padri fondatori della comunità europea: sagome audio-interattive attivate da sensori invisibili, dalle quali ascoltare le voci degli “spiriti guida” della grande avventura europea.

  • shares
  • Mail