Trash People: l'esercito di spazzatura

Trash People Sono arrivati ieri, in squadra, per la prima volta in Italia. Sono i Trash People, l'opera monumentale dell’artista tedesco Ha Shult che ha invaso Piazza del Popolo e vi rimarrà fino al 29 marzo.

Qualcuno le avrà già viste. Sono lì, in piedi e impassibili, le mille figure, alte un metro e ottanta, realizzate con materiali di scarto industriali e rifiuti urbani come lattine, pezzi di computer, circuiti elettrici che sono stati compressi fino a farne una vera e propria opera d'arte.

fonte: Corriere Romano

foto | deess

L’opera monumentale ed ‘ecologica’ è una rappresentazione della società di oggi, una spettacolare provocazione che dimostra come sia ciò che consumiamo e quanta spazzatura ci lasciamo alle spalle. Se vi piace passeggiare per il centro, il 24 marzo, a mezzanotte, ci sarà un bello spettacolo di luci ed effetti scenografici che mostreranno l'opera in tutto il suo fulgore.

L’esercito fatto di 35 tonnellate di rifiuti urbani è da un po’ in giro per il mondo. Ha già toccato Mosca, Parigi, il Cairo, Pechino. Lasciata Roma sarà la volta di New York e dell’Antartide. Forse aiuterà a far riflettere un po’ sulla questione ambientale.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: