La Tana della Lupa: *il prodotto è surgelato


Niente da fare. Proprio non si riesce a decollare. La Roma si riferma a Siena. Completamente. Cominciamo a non poterne più, mica per la classifica (solo i bambini continuano a eccitarsi o frignare guardando la mediocrità del campionato), ma per questo gioco che non resta. Appare e scompare come per magia.

E non se ne può più anche della tarantella pro-contro Luis Enrique dopo ogni risultato altalenante. Ieri la formazione di base era del tutto condivisibile. Eppure gli stessi protagonisti della sfida contro l'Inter sono svaniti. Parlo di Pjanic, di Borini (!) , di Juan, di Totti. Quindi non è solo una questione di età, non è solo una questione di moduli.

Certo, poi ci si rende conto della pochezza del nostro mercato, quando entra Kjaer per Juan, o vedere Viviani per De Rossi. Ma il Siena poteva già essere tranquillamente in vantaggio. Poi anche Luis entra nel caos tattico tipo Firenze, buttando dentro attaccanti senza logica e piazzando lo stesso Kjaer a fare l'ariete. E non parliamo degli ultimi 5 minuti!

Io comincio a sospettare che sia qualcosa nella dieta o nell'aria di questa città. Non riusciamo a mantenere la concentrazione alta. Anche noi tifosi, come sempre. Smettiamola di parlare di classifica, di guardare le altre squadre. Prepariamoci a chiedere la cessione delle pippe senza rivalutarli se ci fanno un gol. Pretendiamo una squadra, un gioco e uno stadio. E i risultati arriveranno.

Voti

Stekelenburg 6 Fa pure qualche parata nel finale, ma non viene molto impegnato (perché gli attaccanti del Siena si mangiano di tutto). Un po' troppo ansioso nelle uscite e nei rilanci, ma la difesa non lo aiuta di certo.

Heinze 6,5 L'unico a fare diga. A metterci il piede.

Juan 5 Sarà stato infortunato già al primo minuto. Si lascia scavalcare dal pallone, rallenta il gioco. Esce palla al piede ma poi si ferma. Esce per Kjaer 3 Un disastro. Ormai poi con vistosi problemi psicologici. Messo a fare il bomber per paura di cosa possa combinare dietro.

Rosi 6 Molti lo hanno criticato. Invece stavolta lo salvo. E' l'unico che si propone, salta l'uomo (finalmente) e offre palloni in mezzo degni di questo nome. Purtroppo dietro partecipa alla sagra della diagonale monca. Ma è il migliore nelle rincorse.

José Angel 4,5 No, non funziona. Meglio Taddei fuori ruolo. Davanti si accentra. Senza senso. Non arriva mai sul fondo. Quando copre poi è il punto debole. Tutte le azioni del Siena passano sulla sua fascia. Lui dov'è? Dov'è Angel?

Viviani 5 Ci mette il cuore, ma il ruolo di De Rossi è blasfemo per ora, per lui. Rischiamo tantissimo per colpa sua.

Pjanic 4,5 La più grande delusione della partita. Incredibile, perché Miralem è l'unico dei nuovi giovani che ha dimostrato personalità. E' la nostra certezza. Invece ieri sbaglia tutto. Non punta mai in verticale quando è sulla trequarti, mentro lo fa dietro la linea di centrocampo. Sistematicamente. Perdendo palloni che diventano lame da contropiede. Non tira e se lo fa la butta fuori.

Simplicio 4,5 Pessimo in fase di proposizione. Tira quando deve passare e passa quando deve tirare. Meglio in interdizione. Ma è proprio poco. Esce per Bojan 4 Peggio ancora. Non si sa perché viene messo lì. E non fa nulla per salvarsi.

Lamela 5 Parte forte, sembra in palla. Prova una gran punizione. Poi scompare dal campo. Complice anche la scelta di Luis Enrique di arretrarlo per dar spazio a chiunque. L'ultimo tiro doveva essere un pallone forte in mezzo. Nemmeno quello.

Borini 4 Emblema della schizofrenia romanista. Migliore in campo con l'Inter, peggiore (a parte Kjaer) con il Siena. Non ne indovina una. Nemmeno quando calcia l'unico tiro in porta della partita. Perché lì devi provare comunque il secondo palo. E' sempre per terra, stoppa a tre metri. Ma anche lui resta in campo senza senso.

Totti 5 Stanco, si vede. Sbaglia molti tocchi, ma è l'unico nel primo tempo a smistare palloni e offrire qualche apertura. Poi viene tolto anche perché ammonito. Ma a quel punto Lamela deve fare il Totti. Non Bojan! Esce per Osvaldo s.v. Prende solo una gran gomitata.


Luis Enrique 5
Ti sbracci tanto a bordo campo. Finalmente. E quanto ti capisco. La squadra sembra dimenticare tutto. Non sta alta, rimane molla su ogni ripartenza. Non riesce a capire quando scavalcare con il lancio (mancanza De Rossi) o salire con i passaggi. Non va mai in profondità quando può, e se riesce a pescare l'uomo non tira. Cerca di mandarlo in porta con i triangoli. Ma diamine, sarà anche colpa tua se nella ripresa invece di provare a costruire butti tutti dentro alla rinfusa! Tanti attaccanti non significa tanto attacco. Telefona a Spalletti.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: