Roma 11 febbraio 2012: the day after tomorrow

Il professor Franco Gabrielli, specialista in paleo-climatologia, si rende conto che una nuova era glaciale sta per abbattersi sulla città di Roma. Le ricerche effettuate indicano che il riscaldamento del globo terrestre potrebbe innescare un improvviso e catastrofico cambiamento del clima e che qualcosa del genere, che sarebbe avvenuto proprio nel 2012, era già stato predetto dalla civiltà Maya 5000 anni fa. Ma la profezia parlava del 21 dicembre, mentre è ancora febbraio…

Gabrielli dà l'allarme al sindaco Alemanno, ma non viene creduto, perché nessuno si aspettava che arrivasse così presto. La catastrofe climatica inizia, annunciata, quasi un mese prima, dal misterioso naufragio di un’enorme nave da crociera all’isola del Giglio, nel nord. A Roma, la situazione degenera: automobilisti bloccati sul Gra, Il Cupolone e il Colosseo (vedi a fare ostacoli al Della Valle?!) che crollano sotto il peso della neve, i pochi superstiti che cercano di superare l’interruzione delle utenze dell’Enel bruciando tutti i libri della Biblioteca Nazionale, tranne uno, che tra l’altro lo aveva predetto: la Bibbia…

‘The Day after tomorrow-l’alba del giorno dopo’, Columbia Pictures. Da stamattina fuori dalle nostre finestre. Grazie a Giorgio per averci fatto sorridere un po’ e grazie a Max per la segnalazione.

  • shares
  • Mail