Street Art Roma, arriva la mappa per scoprire la Capitale underground

Il progetto di Zètema in tutti i Punti Turistici della Capitale: alla scoperta di una Roma underground

Zètema Progetto Cultura distribuirà da martedì 28 aprile in 50mila copie in tutti i PIT (Punti Turistici Informativi) della Capitale una cartolina 15x24 raffigurante una mappa per visitare Roma piuttosto diversa da quella del "La Grande Bellezza": si chiama Street Art Rome e non conduce attraverso la città dei monumenti e delle antichità, non attraverso la città eterna immutevole nel suo splendore, ma dentro quella molto contemporanea della street art.

Questa mattina l'iniziativa è stata presentata in Campidoglio dall'assessore alla Cultura e al Turismo Giovanna Marinelli, alla presenza del vice sindaco Luigi Nieri; un'idea certamente innovativa che potrebbe portare i turisti (e non solo) fuori dai percorsi classici del centro storico e dintorni, alla scoperta di dimensioni urbane e sociali che hanno caratterizzato lo sviluppo urbanistico recente della Città Eterna:

"Possiamo dire che davvero questa città è un’opera d’arte completa. È la capitale della Storia, dell’archeologia, ma è sempre di più proiettata nel futuro come capitale dell’arte contemporanea. Oggi, con questa mappa, annunciamo in realtà la nascita del 25imo museo civico di Roma, il nono gratuito"

ha spiegato l'assessore Marinelli alla stampa. La mappa Street Art Roma interessa oltre 150 strade per 330 opere, realizzate nel corso degli anni: solo tra gennaio e febbraio 2015 sono ben 40 le nuove opere realizzate grazie al Bando “Roma Creativa” indetto dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo: il percorso turistico ideato nel progetto include ben 13 dei 15 municipi della Capitale e tocca 30 quartieri, da quelli storici e centrali come Testaccio o Tor Marancia a quelli periferici come San Basilio e Tor Bella Monaca.

Street Art Roma

Grazie al progetto sarà possibile ammirare ed apprezzare le opere di Clemens Behr, Herbert Baglione, MOMO, ma anche italiani e soprattutto romani, come Hitnes, Alice Pasquini, Sten Lex, Agostino Iacurci, Jerico, artisti che rendono Roma la prima città italiana per numero di opere e afflusso di artisti internazionali nel settore della Street Art e dell'arte underground. L'idea alla base del progetto, partita dalla giunta capitolina, è di rendere la street art un tema artistico specifico, oltre che un fenomeno in grande evoluzione, di cui avere cura: un vero e proprio bene comune da tutelare.

Street Art Roma è un progetto no profit curato da NUfactory che mira ad offrire una digitalizzazione quanto più completa delle opere murarie presenti nella città di Roma, al pari di progetti simili presenti in altre città come Londra, Parigi, New York, San Paolo del Brasile.

Schermata-2015-02-19-alle-11.19.05

Foto | RondoneR su 06blog

  • shares
  • Mail