Alla Magliana la Casa dell'Acqua, la prima fontanella hi-tech di Roma

Le nuove fontanelle, che prendono il posto dei "nasoni", erogano acqua gassata e liscia, gratis

Il "nasone" diventa hi-tech: certo, perde il suo fascino (e il motivo del suo nome) ma guadagna in comodità ed ecologia. A Via Pescaglia, al mercato della Magliana, sabato scorso è stata inaugurata la "Casa dell'acqua", il primo di una serie di fontanelle intelligenti che erogheranno acqua liscia o gassata, a richiesta, e sono provviste anche di porte usb per la ricarica di cellulari e tablet e di uno schermo per dare informazioni ai cittadini.

Alla presenza dell'assessore capitolino ai Lavori Pubblici Maurizio Pucci, della presidente di Acea, Catia Tomasetti e il presidente del Municipio XI, Maurizio Veloccia, è stata quindi inaugurato il prototipo, che ha l'aspetto di un bidone della differenziata più tecnologico. Assicurano dall'Acea che i prossimi modelli, e in particolare quelli che verranno installati nel centro di Roma, avranno una forma più "gradevole", da edicola.

Spiegano dal Comune che "la moderna fontana riceve l’acqua dagli acquedotti romani, la microfiltra e la igienizza con un sistema a raggi ultravioletti, la refrigera e, infine, la offre ai cittadini che la possono scegliere in due varianti, naturale o frizzante." Questo dovrebbe portare ai cittadini un risparmio di circa 130 euro l'anno, perché l'acqua erogata è gratis.

Entro i prossimi tre anni saranno installati altri 100 esemplari tra Roma e Provincia, con l'obiettivo di portare vantaggi non solo a cittadini e famiglie, ma anche all’ambiente. Sono stimate 1.800 tonnellate di bottiglie di plastica in meno, pari a 5.000 tonnellate di CO2 emesse ogni anno per produrre, trasportare e smaltire le bottiglie in pet. Il 18 aprile una nuova Casa dell'acqua sarà installata al mercato Appagliatore di Ostia. Il 24 aprile sarà la volta di Pisoniano, in provincia di Roma, mentre il 2 maggio sarà il turno del mercato di Laurentina. Entro l'estate si arriverà a 30, e a ottobre dovrebbe arrivare la prima in zona San Pietro.

Si sta studiando un piano appositamente per il Giubileo: si mira non solo a installare Case dell'acqua nelle zone logisticamente più affollate di pellegrini, ma anche di dotare alcuni esemplari di borracce biodegradabili, in modo da evitare la dispersione di bottiglie di plastica nel centro di Roma. Si sta cercando il materiale adatto per questo utilizzo.

Schermata 2015-04-13 alle 11.03.37

  • shares
  • Mail