Metro C: arrivati i fondi per la tratta Colosseo-Venezia

Rispettati i vincoli previsti dal Decreto del Fare. Presto l'inizio dei lavori sulla tratta

Qualcosa si muove per il completamento della Metro C. Ieri infatti Roma Metropolitane ha confermato l'arrivo dello stanziamento di 300 milioni per la tratta dal Colosseo a Piazza Venezia; quella, per capirci, che ha portato ai cantieri su via dei Fori Imperiali e che, in una delle tante versioni del tracciato, doveva essere la tratta conclusiva. Così non sarà – ma ne parleremo dopo – intanto però Roma Capitale ha ottenuto i 300 milioni stanziati dal cosiddetto “Decreto del Fare” (convertito con Legge 98/2013). Quello stanziamento aveva un vincolo, ovvero l’avvio entro il 15 dicembre 2013 del pre-esercizio della tratta da Monte Compatri/Pantano a Parco di Centocelle. L'avvio è effettivamente avvenuto nei tempi previsti.

Altri 155 milioni erano a rischio: quelli stanziati dallo "Sblocca Italia", (convertito con Legge 164/2014), che ha fissato la condizione da rispettare per la conferma del contributo: la trasmissione al Ministero del Progetto Definitivo aggiornato della tratta Colosseo-Venezia entro il 31 dicembre 2014. Su questo punto c'è stata qualche incertezza, con Repubblica, ad esempio, che non più di 3 giorni fa dava per perso questo finanziamento, assieme a quello di 300 milioni. Panico ingiustificato, e articolo totalmente sbagliato, perché non solo la prima tranche di finanziamento è stata stanziata, ma per la seconda è stato rispettato il primo vincolo, e cioè la presentazione del progetto sulla tratta. E a questo punto è molto probabile che i lavori partano entro agosto, come stabilito da un altro vincolo.

Rispetto ai costi iniziali previsti, la tratta Colosseo-Venezia dovrebbe risultare più economica e forse più rapida da costruire, perché nel primo progetto Piazza Venezia doveva essere il capolinea dell'intera linea, e come tale c'era bisogno di maggiori spazi, infrastrutture e uscite. Ora invece si è deciso che la terza metropolitana di Roma proseguirà fino a Prati, con probabile capolinea a Piazzale Clodio (ma se ne parlerà, forse, dopo il 2020, scadenza prevista per il completamento della tratta Amba Aradam/Ipponio-Fori Imperiali), e quindi quella di Piazza Venezia sarà una normale stazione di transito.

Quindi, se da un lato si partirà presto con la costruzione dell'ultima parte della tratta T3, dall'altro si comincerà a progettare la T2, quella che collegherà Piazza Venezia a via Ottaviano, con un secondo interscambio con la linea A dopo quello di San Giovanni. E intanto si attende di capire se entro l'autunno ci sarà davvero, come da cronoprogramma, l'apertura delle stazioni fino a Piazza Lodi, in cui i lavori sono sono terminati. E per il Giubileo 2016 dovrebbero essere anche terminati i lavori a San Giovanni, ma è difficile immaginare un'apertura entro l'anno Santo.

colosseo metro c

  • shares
  • Mail