La settimana dei Municipi: non di solo pane… ma meglio di niente


Apriamo questa pagina di diario sulla settimana dei Municipi con una bella notizia di solidarietà che non può che far piacere: entra nel vivo, infatti, il progetto pilota ‘Il pane a chi serve’, nato dall'unione tra l'associazione dei panificatori della Confcommercio di Roma e le Acli e finalizzato alla distribuzione di quella enorme quantità di pane invenduto, che dopo 24 ore andrebbe buttato, ad associazioni benefiche.

A sperimentare questa bella iniziativa sono i Municipi IV e XI, ma ovviamente, grazie anche al contributo comunale di 150mila euro, l’auspicio è che questa si allarghi anche agli altri, come si allarghi dalla categoria dei panificatori, anche a quella dei pastai e dei bar. Si calcola, pensate, che ogni giorno in città si buttano via circa 200 quintali di pane, e di questi almeno 2 riescono a essere recuperati dai 15 panifici coinvolti e consegnati a 25 realtà solidali che ne hanno bisogno.

Un’altra bella iniziativa, anche se di tutt’altro genere, è lo Sportello dell’arte, finalmente attivo nel Municipio XII all’Eur, dove proprio oggi è in programma un open day dedicato ai giovani progettisti e organizzatori di eventi italiani e stranieri che possono partecipare in forma assolutamente gratuita, previa prenotazione, per farsi conoscere.

Non possono mancare gli aggiornamenti sul tema della riqualifica della città, con le notizie sulla cancellazione di scritte nel quartiere San Paolo, ma soprattutto con lo smaltimento di oltre 80 tonnellate di rifiuti vari da via Andrea Millevoi, nel territorio del Municipio XII, da parte dell’Ama.

Sempre nel Municipio XII, e precisamente in via Trafusa, a Torrino Mezzocammino, sono stati rimossi abusi edilizi presenti all’interno di un’area comunale grazie a un’operazione congiunta tra Roma Capitale e l’amministrazione territoriale. L’area in questione è stata finalmente restituita ai cittadini del quadrante che vi vedranno costruito un asilo nido.

E nello stesso Municipio, da anni va avanti un controversia tra il Comune di Roma e le società Il Ridotto e La Bastia nella quale queste ultime chiedono al Tribunale di Roma di condannare l'amministrazione alla restituzione dei terreni (illegittimamente espropriati) del piano di zona C 5 Cecchignola sud, con ripristino delle aree, vale a dire abbattendo i fabbricati realizzati da oltre 20 anni, il gruppo di impegno civico "Cecchignola sud…non è mai troppo tardi!" chiede al sindaco di aprire un tavolo tecnico per la definizione del contenzioso urbanistico riguardante il quartiere.

Infine, il Municipio XI e il suo agguerritissimo minisindaco, Andrea Catarci, tornano sulla polemica inerente alle quote rosa al Comune di Roma e chiedono un incontro pubblico a Rosella Sensi, il delegato del sindaco cui è appena stato conferito l’incarico relativo al nuovo assetto istituzionale di Roma Capitale: un tema di straordinaria importanza, sul quale l’amministrazione sente il bisogno di confrontarsi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail