I Delfini Capitolini che abitano il litorale

Ad aprile 2015 parte il progetto Delfini Capitolini, per studiare, monitorare e tutelare quelli che vivono liberi lungo il nostro litorale

Da anni chi prende il largo lungo il litorale romano può imbattersi in intere famigliole di delfini che vivono libere in mare aperto, arrivando a nuotare vicinissimi alla riva degli stabilimenti di Ostia.

Frequentatori abituali del mare di Roma come Tito, Priscilla, Augusto e Cicerone, fotografati e ribattezzati con i nomi dei nostri imperatori, da pescatori, diportisti e biologi, dai primi avvistamenti che risalgono a circa un anno fa tra Ostia e Fiumicino.

Gli stessi che dal prossimo aprile saranno protagonisti del progetto “Delfini Capitolini”, finanziato in parte da Unicredit Carta Etica e promosso da Oceanomare Delphis onlus, associazione partner dell’Università La Sapienza di Roma che si occupa dello studio dei cetacei e della salvaguardia dell’ambiente marino da oltre vent’anni.

FRANCE-ANIMAL-DOLPHIN

Un progetto che mira ad accrescere conoscenza e tutela della magnifica specie che popola il tratto di costa che si estende da Fiumicino a Torvajanica, in particola modo all’interno dei 1.387 ettari di area marina protetta delle Secche di Tor Paterno, istituita con decreto del 29 novembre del 2000.

L’unica superficie protetta italiana esclusivamente marina a largo di Castel Fusano e circa 4,5 miglia dalla scuola nautica Marine Village Accademy, dove Oceanomare Delphis onlus ha ormeggiato la sua sede operativa e da dove partiranno le spedizioni di natanti-laboratorio, equipaggiate com sofisticati strumenti di rilevamento, come spiegato da Daniela Silvia Pace, presidente di Oceanomare Delphis e responsabile del progetto “Delfini Capitolini”.

FRANCE-ANIMAL-DOLPHIN

“Le nostre imbarcazioni sono dotate di idrofoni, microfoni subacquei che permettono di ascoltare i suoni emessi dagli animali, così come di Rov, speciali videocamere in grado di immergersi in profondità e filmare i delfini a distanze ravvicinate. Un’importante novità riguarda l’utilizzo di particolari droni, progettati per lavorare in mare, che seguiranno dall’alto gli spostamenti dei cetacei. Insomma, si tratterà di un progetto di monitoraggio a 360 gradi”

Spedizioni finalizzate a studiare e favorire la convivenza ed interazione con i delfini della specie del tursiope che popolano i nostri mari, condividendone i risultati attraverso eventi e iniziative mirate, come mostre e percorsi didattici per grandi e bambini.

Il Canale dei Pescatori di Ostia, affiancherà infatti la sede ufficiale dell’area marina protetta con la “La Casa del Mare”, con il padiglione-laboratorio della “Casa dei Delfini”, aperto al pubblico con le informazioni raccolte dai ricercatori durante il lavoro di studio e monitoraggio in acqua di questi sorprendenti mammiferi.

Aspettando aprile anche Pasqua torna a pensare ai delfini, in questo caso sostenendo i progetti di Oceanomare Delphis onlus con l'acquistando di simpatici monili a tema da aggiungere alla sorpresa dell'uovo di cioccolato.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail