La Tana della Lupa: fermi tutti


Dopo il brusco risveglio di Torino con la Juventus in Coppa Italia, La Roma inciampa nella gara interna col Bologna. L'impasse delle due prove è più grave del solito perché arriva in un momento di esaltazione collettiva (probabilmente esagerato): Un classico giallorosso che speravamo non dover rivivere.

Soprattutto se ripensiamo a come la Roma aveva spianato il Bologna al Dallara. Ci sono delle spiegazioni a questa involuzione? Qualcuna sì. Intanto ogni allenatore "che studia" (vedi anche Montella a Catania nella partita interrotta) blocca il gioco di Luis Enrique in due mosse. Difesa a cinque (3 + 2) o pressing altissimo in fase di impostazione.

Certo, se la Roma passa in vantaggio al primo minuto con Totti come col Cesena, magari vedevamo un'altra partita. Ma, ecco la nota dolente, nel primo tempo la Roma si paralizza. Rischia di subire un goal su corner, poi nella ripresa si fa infilare due volte da Di Vaio, che spreca solo la prima occasione.

Pjanic rimette subito le cose a posto con una punizione sontuosa, ma Simplicio e Bojan non riescono a salvare il risultato, anzi nel finale è ancora il Bologna potrebbe mettere la freccia, ma è Stekelenburg a chiudere la porta. Ora ovviamente ricominciano le polemiche. Quelle sterili sulla cena di troppo del gruppo, quelle più importanti sul mancato mercato giallorosso di riparazione. Sulle scenette di Raggi, stendiamo un velo pietoso.

Non mi va nemmeno di mettermi fra quelli che parlano di "treno perso". Se c'è un errore che non dobbiam fare è quello di guardare ancora la classifica. Però mi sento un po' tradito dallo spirito del gruppo, che mi era sembrato finalmente quello giusto. Questa assenza di costanza è patologica.

Voti

Stekelenburg 6,5 Fantastico nel finale, da 8. Ma non del tutto incolpevole sul primo goal, e nemmeno sul quel corner nel primo tempo.
Rosi 5 Parte bene, si fa sempre vedere, ma poi sbaglia sempre l'ultimo tocco. Per non parlare delle conclusioni.
Taddei 5 Torna a fare male in una posizione che non lo aiuta, si perde pure nel dribbling.
Juan 5 Era il migliore dietro fino all'errore che lancia Di Vaio.
Heinze 6 Attento, cattivo. Fa il suo dovere. Tranne sul corner pericoloso.
Gago 5,5 Fa molta fatica stavolta in fase di impostazione, e nell'interdizione sente l'assenza di De Rossi.
Pjanic 6,5 Quando esce, finisce la partita della Roma. E' lui il faro del centrocampo e le sue serpentine provocano scompiglio. Rischia la doppietta. Dipinge una punizione capolavoro. Perde qualche pallone di troppo lanciando il contropiede. Esce per Perrotta 4 un macello.
Greco 4,5 Inesistente. Impalpabile. Quasi avesse paura. Esce per Simplicio 4,5 entra subito in gara ma poi si mangia il raddoppio ed entra in catalessi.
Lamela 5 Tutti si aspettavano una grande risposta. Non c'è stata. Esce per Bojan 4 scandaloso, cos'ha?
Borini 5 Corre e si propone ma al tiro è un disastro
Totti 5,5 E' l'unico che offre assist ghiotti, ma forse ieri era meglio tirare (come il missile nel primo tempo da centrocampo) che passare al fantasmino...
Luis Enrique 5 Non per le scelte ma per il carattere. Devi svegliarli Luis.

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: