Gita fuori porta: a Casaprota per la Sagra della bruschetta

Per noi che abitiamo in una grande città a volte è difficile comprendere fino in fondo la mentalità di coloro che, invece, sono nati e cresciuti nei piccoli centri, ancor meno chi viene da paesi proprio minuscoli. Eppure io resto sempre affascinata dall’orgoglio di questa gente, dai sentimenti realmente patriottici che prova e che forse noi cittadini abbiamo un po’ perduto per strada.

A Casaprota ad esempio, che è la meta del nostro weekend, hanno addirittura un inno che recita così: “Senza Casaprota l’Italia è un borgo senza cuore…”. Magnifico. E magnifiche devono essere anche le bruschette celebrate questo fine settimana alla 50esima Sagra della bruschetta che coincide con il mezzo secolo di vita della pro loco, organizzatrice della festa.

Altro che semplice pane (rigorosamente artigianale cotto a legna) e olio (che tra l’altro è quello dopo perché siamo nel cuore della Sabina), qui la bruschetta è una specie di culto mangereccio, ma non è l’unico, visto che alla sagra potrete assaggiare anche zuppa di farro e tartufo e fregnacce condite alla sabinese, oltre a salsicce alla brace. E nel pomeriggio, sì, avete capito bene, proprio all’ora della merenda, un’altra gloria del Reatino: spaghetti all’amatriciana e frittelle di Mompeo.

Per l’occasione, a proposito di olio, sarà aperto e visitabile il frantoio Mola Marri risalente al 1700 e anche quello, ancora funzionante, della cooperativa locale, dove potrete degustare diverse qualità di ‘oro verde’. Inoltre, se amate incondizionatamente il succo delle olive, non perdete la conferenza, in programma domenica alle 11.30, di Angelo Tombolillo, da anni impegnato nel campo dell’analisi sensoriale dell’olio extravergine di oliva, è inoltre capo-panel assaggiatori olio per il Consiglio oleicolo nazionale e fa parte della commissione di degustazione per la certificazione Dop Sabina.

Fra gli altri appuntamenti, la mostra di pittura ‘Scorci di Casaprota’, l’ottava edizione della mostra-mercato della provincia di Rieti con tanto di artigianato locale, e le esibizioni di gruppi folkloristici ospiti: quest’anno il Santa Rosa di Palmas Arborea in Provincia di Oristano e la Free Live Orchestra Città di Offida in Provincia di Ascoli Piceno. Infine, a disposizione, come sempre, itinerari natura da percorrere a piedi, in bici o a cavallo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail