Giardino sen'en ed eventi dell'Istituto Giapponese di Cultura a Roma

Sfumature d'oriente e di armonia con gli elementi da contemplare all’Istituto Giapponese di Cultura a Roma, dalle visite gratuite al giardino sen'en al ricco programma di eventi.

????
"Per tre giorni di freddo, ce ne saranno quattro di caldo. E' così che arriva la primavera" (Detto giapponese)

Alternando le prime avvisaglie di caldo al ritorno del freddo la primavera si avvicina, come nel detto giapponese, pronta ad infondere nuova vita alle sue gemme più preziose e soave poetica all'inestimabile fugacità della vita, sotto la pioggia di petali dei ciliegi in fiore e tradizioni millenarie di rinascita e rinnovamento come ?? Hanami che Roma ha ereditato dalla cultura del Sol Levante.

Sakura (ciliegi giapponesi) che arricchiscono di sfumature esotiche la città eterna, edificata per secoli dal meglio delle altre culture, pronti a fiorire dalla passeggiata del Giappone del laghetto dell'Eur, al giardino dell'Istituto Giapponese di Roma, progettato da Ken Nakajima, come l’area giapponese dell’Orto Botanico di Roma che, alla stregua di un giardino segreto, oltre un alto muro ospita alberature di tutto il mondo.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Il primo giardino in stile sen'en (giardino con laghetto), realizzato in Italia da un architetto giapponese su un terreno in concessione dal Comune di Roma, per contemplare lo scorrere dell'acqua verso il basso, l'alternarsi del giorno e della notte, del sole e della luna a quello delle stagioni, in una superficie di 1.453 m2, ricca di rocce, piccole isole, cascate, il ponticello, lanterne di pietra (torô) e il sinuoso movimento delle carpe (koi) nel laghetto, che lascia convivere in armonia simboli di diverse civiltà.

“…il mio ciclo di conferenze in Europa ebbe inizio dall’Istituto Giapponese di Cultura in Roma, che possiede un giardino giapponese. Si tratta di un giardino Sen’en, o giardino con laghetto, costruito negli anni Sessanta. Sono state utilizzate pietre locali, mentre tra le piante spiccano ciliegi, simbolo del Giappone e ulivi, in rappresentanza delle civiltà mediterranee. Una miscela che, come ricorda il direttore dell’Istituto, porta un messaggio di amicizia tra i due paesi…”
(Yozaburo Shirahata, docente presso il Centro Internazionale di Ricerca sulla Cultura Giapponese, Asahi Shinbun 25 maggio 1999)

Il luogo ideale dove cercare o ritrovare il contatto con le cose essenziali e il proprio spirito. Una piccola oasi verde nel cuore di Roma, che ha raggiunto l'attuale splendore perfezionandosi attraverso i periodi Heian, Muromachi (XVI-XVII sec.) e Momoyama (fine XVII sec.), aperta a visite guidate gratuite in primavera e in autunno (le prossime dal 12 marzo al 30 di maggio 2015, con prenotazioni telefoniche al 06/3224794 ) di armonie, colori e profumi di ciliegi (sakura simbolo del Giappone), glicini, iris e quei pini nani che affollano le stampa dei maestri dell'ukiyo-e.

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

Uno spettacolo curato nei minimi particolari da tradizioni antiche che si rinnovano, sfumature d'oriente e di armonia con gli elementi da contemplare tutto l'anno dallo tsuridono (balcone o veranda) dell'edificio, costruito durante gli anni ’60 dello scorso secolo su progetto dell’architetto Yoshida Hisoya ispirato alle tipiche dimore dell’epoca Heian (IX-XII sec.).

Uno dei tanti eventi contemplati dal ricco programma di approfondimento e scambio culturale dell'Istituto Giapponese di Cultura di Roma, tra aquiloni che volano, trottole che girano, monaci sempre in piedi, inchiostri e libertà, cinema e concerti, mostre in galleria e letture in biblioteca.

Una risorsa preziosa per professionisti, appassionati e curiosi, incastonata nella zona di Valle Giulia, di fronte alla Facoltà di Architettura e vicino alla Galleria Nazionale d’Arte Moderna.

Istituto Giapponese di Cultura di Roma
Via Antonio Gramsci, 74 
Roma

(function(d, s, id) { var js, fjs = d.getElementsByTagName(s)[0]; if (d.getElementById(id)) return; js = d.createElement(s); js.id = id; js.src = "//connect.facebook.net/it_IT/all.js#xfbml=1"; fjs.parentNode.insertBefore(js, fjs);}(document, 'script', 'facebook-jssdk'));

  • shares
  • Mail