La settimana dei Municipi: lotte di quartiere


Dalla lotta senza quartiere alla lotta di quartiere: questo ci offre la settimana vissuta dai Municipi di Roma: battaglie alla conquista di diritti sacrosanti e, a dire il vero, anche qualche successo. Una lotta tinta di verde è quella portata avanti dal coordinamento ‘Salviamo Giulio Agricola’ contro il parcheggio che dovrebbe sorgere in loco (Municipio X) e per il quale dovrebbero essere espiantati alcuni splendidi esemplari di platano.

Contro l’invasione degli ‘ultrambulanti’, invece, si solleva addirittura un minisindaco, Antonella De Giusti, presidente del Municipio XVII, che lamenta la sfilza di bancarelle & co. in via Cola di Rienzo, viale Giulio Cesare, piazzale Clodio e in tutte le arterie commerciali del suo territorio di competenza.

Universalmente condivisa, temo, la battaglia contro l’Imu, che quest’anno torna a battere cassa anche a chi di case ne ha una sola e ci abita: il Municipio XX si schiera al fianco dei suoi cittadini residenti in via Volusia per ottenerne l’esenzione in quanto da due anni no possono usufruire delle loro case dichiarate inagibili. Compagno d’armi anche il Municipio IX che ha approvato una mozione che impegna il sindaco, la Giunta e l’assemblea capitolina a fissare l’aliquota per la prima casa al 2 per mille, cioè per mantenerla al minimo.

Solidarietà alla guerra intrapresa dai tassisti di Roma contro le liberalizzazioni del governo Monti è stata manifestata dal Municipio XVIII, mentre nel Municipio IX c’è uno scontro al vertice per una gara d’appalto per nuovi cartelloni pubblicitari che, secondo alcuni, costituiscono l’ennesima barriera architettonica per i disabili.

Al Torrino, Municipio XII, si protesta contro la Regione che ha deciso di rivoluzionare il sistema scolastico effettuando incauti accorpamenti tra istituti che non rispetterebbero le esigenze delle famiglie né le territorialità; nel Municipio VIII i cittadini scagliatisi contro i lavori per la complanare realizzata sull’A24 l’hanno quasi spuntata, ottenendo la discussione in Campidoglio di un odg che ne prevede la sospensione.

Anche nel mondo del commercio c’è parecchio fermento bellico: se nel Municipio I, all’Esquilino, si organizzano ronde private in difesa dei negozi cinesi dopo il terribile assassinio del 4 gennaio scorso, sembrano essere i mercati, comunque, i più arrabbiati: l’associazione operatori di Porta Portese organizza un’assemblea con il Municipio XVI per presentare la propria proposta sul futuro della storica struttura, mentre gli operatori del mercato Trionfale, Municipio XVII, inaugurato in pompa magna da Alemanno due anni fa, sono scesi in piazza nel tentativo di far mantenere al Comune le promesse fatte, come l’asilo nido e la biblioteca.

E concludiamo, come ci piace fare, con le belle notizie, che questa settimana hanno il senso dei bollettini delle vittorie: a Corviale, Municipio XV, riprende UrbanLab, progetto che porta l’arte e la cultura in periferia; mentre il Municipio XVI si arricchisce di due nuovi hot spot di accesso a internet gratuito alla rete della Provincia: nel parco pubblico di largo Ravizza e nel cortile della scuola di musica popolare Donna Olimpia.

Infine, ai cittadini del Municipio XVIII viene restituita, restaurata e bellissima,Villa Carpegna; mentre quelli meno fortunati del Municipio XII, i senzatetto, ora hanno un nuovo punto mobile di accoglienza allestito dalla Protezione civile nell’area del Santuario della Madonna del Divino Amore.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail