Influenza a Roma: Ambulatori blu e percorso veloce senza passare dal Pronto Soccorso

Percorso Veloce Influenza

Fuori fa proprio freddo, ma anche dentro le case spesso non si sta tanto caldi, con i riscaldamenti regolati su una temperatura sostenibile per l’ambiente e le tasche, così come i primi raffreddori, con naso gocciolante, tosse la lupo mannaro e vocine perfette per le hot line, cedono il passo all’influenza.

In ogni caso in aiuto di chi si sente braccato dalla sindrome influenzale e spaventato dall’iter delle nostre croniche carenze sanitarie, nelle strutture ospedaliere di Roma e Lazio arrivano anche nove “Ambulatori blu” nati in via sperimentale dalla Regione, per offrire un percorso più rapido ed efficace a questi pazienti, senza passare dal Pronto Soccorso, e arrivandoci solo quando serve.

Allo scopo di evitare lunghe attese in strutture sovraffollate per gli ‘influenzati’, gli “Ambulatori blu” restano operativi presso 9 Pronto Soccorso del territorio regionale, aperti dalle 8 alle 20, 7 giorni su 7, fino al 16 marzo 2012, con una segnaletica per segnalare il percorso per raggiungerli.

Gli ospedali e le Asl coinvolte sono:
AO San Camillo Forlanini - Asl Roma D,
AO Sant’Andrea - Asl Roma E,
AO San Giovanni Addolorata - Asl Roma C,
Policlinico Umberto I - Asl Roma A,
Policlinico Tor Vergata - Asl Roma B,
Ospedale Sandro Pertini - Asl Roma B,
Ospedale Santa Maria Goretti - Asl Latina,
Ospedale Fabrizio Spaziani - Asl Frosinone,
Ospedale Santa Scolastica di Cassino - Asl Frosinone.

È stato attivato anche il numero telefonico regionale dedicato al “Percorso Veloce Influenza” 06. 58702464, per poter comunicare con una centrale operativa situata presso l’ospedale Forlanini, attiva dalle ore 8 alle ore 20, sette giorni su sette, con medici di medicina generale che offrono “on call” assistenza al cittadino.

Nel progetto sono state coinvolte le Unità di cure primarie (Ucp) già attive e funzionanti, e la centrale operativa del Forlanini sarà in grado di indicare al cittadino che chiama anche le Ucp geograficamente più vicine.

Presentando il progetto ancora in via sperimentale, il presidente della Regione Lazio Renata Polverini ha tenuto a sottolineare come “non tutte le strutture hanno risposto con la stessa solerzia, capendo che dobbiamo innovare la sanità anche con progetti come questi. Spesso la percezione di un buon sistema c’è più con le piccole cose come questa che sulle grandi questioni che stiamo affrontando. Inoltre, in questo modo, avviciniamo i medici di base al sistema ospedaliero”.

Percoso Veloce Influenza Regione Lazio

  • shares
  • Mail