La Nuvola di Fuksas, ecco il cronoprogramma


La nuvola di Fuksas sta per diventare realtà. Dopo tanti annunci, ritardi ed un bando di gara andato male causa inaffidabilità della ditta vincitrice, al Nuovo centro congressi firmato da Massimiliano Fuksas finalmente è stato dato il via libera ufficiale, con l'annuncio della gara d'appalto e la pubblicazione del cronoprogramma che porterà all'inizio dei lavori entro la fine dell'anno ed all'apertura al pubblico nel 2010.

Vediamo allora il cronoprogramma annunciato dal sindaco di Roma, Walter Veltroni e dallo stesso architetto Fuksas in Campidoglio. Il primo passo formale sarà il 23 aprile, quando saranno selezionate le domande delle imprese interessate. Seguirà la fase che va dal 4 maggio al 12 luglio, data ultima per presentare le offerte. Entro il 3 ottobre, poi, una commissione valuterà i progetti pervenuti per annunciare qualche giorno dopo il vincitore. L'apertura cantieri è prevista per la fine dell'anno per 36 mesi di lavoro e l'inaugurazione entro il 2010.

Che dire? Vigileremo fiduciosi sul rispetto dei tempi. Quello che ci aspetta merita un po' di pazienza, perché la Nuvola di Fuksas, oltre a segnare in maniera indelebile l'Eur con una vera e propria opera d'arte, farà diventare Roma uno dei poli congressuali più importanti d'Italia, vista la carenza di analoghe strutture il tutto il resto del Paese, ed anche d'Europa, se è vero che oggi la città con i maggiori flussi congressuali al mondo è Vienna, al top solo da qualche anno grazie ad una nuova struttura che ha sanato, come a Roma, una grave carenza cittadina . Cosa vuol dire ciò? Più turismo ed in generale più occupazione e più indotto. Le città possono crescere solo così.

Ecco qualche numero. La Nuvola costerà 277 milioni di euro più Iva, cioè circa 375. Il comune di Roma metterà solo un terzo di questo denaro lasciando il resto ai privati ed incassando, invece, i soldi che otterrà dalla vendita della torre-albergo adiacente e che è compreso nel prezzo iniziale. Con questi soldi, inoltre, verrà migliorata la viabilità della zona con il probabile interramento di viale Europa prima dell'incrocio con via Cristoforo Colombo. I posti auto saranno 2200, 600 sotto la struttura e 1200 a piazzale Marconi. L'auditorium interno potrà ospitare congressi con più di 1800 delegati.

  • shares
  • Mail
91 commenti Aggiorna
Ordina: