Manifestazioni a Roma: deviazioni mobilità dal 23 al 28 febbraio 2015

Una settimana di mobilità deviata dalla protesta a Roma, da lunedì 23 alle manifestazioni leghista e mai con Salvini di sabato 28 febbraio 2015

Roma manifestazioni   23-28 febbraio 2015

Nella Capitale l'orizzonte della mobilità si preannuncia da subito movimentato, dalle riprese di 007 ai perenni ritardi sulla Roma-Lido, ma a scaldare la settimana tra lavori in corso ed eventi vari, c'è anche un bel calendario di manifestazioni e proteste sempre imprevedibili.

Si comincia questa mattina, lunedì 23 febbraio 2015, sulla Prenestina, nei pressi dell'Atac, con la manifesteranno di un centinaio di lavoratori dell'istituto di vigilanza privata “Città di Roma metronotte” che, dalle ore 9:30 alle 12:30 rischiano di creare disagio, oltre a causare possibili deviazioni di percorso per le linee 5, 14 e 19.

In mattinata, dalle ore 9:00 alle 13:00, è programmato anche il sit-in di protesta dei lavoratori delle case di cura Città di Roma, Aurelia Hospital e European Hospital, con circa 150 dipendenti pronti a riunirsi a piazza Monte Citorio per denunciare la loro situazione lavorativa. Nel caso di occupassero via del Corso, come al solito sono possibili anche rallentamenti per le linee che attraversano il Centro.

Martedì 24, due presidi di protesta promossi dal Comitato Cittadini di Sulmona e dalle rappresentanze sindacali della Ericsson, dalle ore 9:00 si raduneranno in via Molise, davanti al ministero dello Sviluppo Economica, mentre il divieto di sosta scatta dalle 8, nel corso della mattina la strada potrebbe essere chiusa al traffico e le linee bus potrebbero essere deviate in caso di ulteriori limitazioni alla circolazione nell'area tra via Bissolati, via Veneto, piazza Barberini e via di San Basilio.

Dalle ore 10:00 alle 13:00, la protesta torna in piazza del Campidoglio con circa 300 persone aderenti al "Fronte Romano Riscatto Popolare" che manifesteranno contro “la decisione di modificare il logo storico del Comune di Roma”.

Giovedì 26, dalle ore 10:00 alle 14:00, piazza del Popolo, nelle immediate vicinanze della C.I.P.A.G., ospiterà i "Geomobilitati" contro l'iniquità del sistema previdenziale dei geometri per la difesa della categoria.

Venerdì 27, dalle ore 9:30 alle 14:00, i lavoratori dell'azienda Talete di Viterbo manifesteranno alla Garbatella nei pressi della sede della Regione Lazio, causando i consueti 'possibili' rallentamenti per i bus della linea 716.

Nel pomeriggio, dalle ore 18:30 alle 20:00, i residenti del quartiere Appio - Tuscolano si incontreranno in via Assisi per denunciare il degrado della zona.

Sabato 28 chiude il mese più corto dell'anno a piazza del Popolo, con la manifestazione nazionale lanciata dal leader leghista Matteo Salvini per chiedere le “dimissioni dell'attuale governo” e 50 mila persone attese alla manifestazione in programma dalle ore 14:00 alle 19:00.

Ma non è tutto, perché all'orizzonte ci sarebbe anche la manifestazione ideata per contestare la prima, intitolata "Mai con Salvini" che il questore non ha ancora autorizzato e rischia di mettere alla prova i nuovi propositi di chi si occupa di sicurezza in città dopo la visita 'indimenticabile dei tifosi olandesi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail