Barcaccia di Bernini danneggiata per sempre dai tifosi del Feyenoord

La fontana della Barcaccia di Bernini torna a zampillare a Piazza di Spagna, con il danno permanente di 110 scalfiture, causate dai tifosi olandesi

Certi eventi restano difficili da dimenticare, ma a ricordare alla Capitale la visita incivile dei tifosi del Feyenoord, in città per l'incontro di calcio di Europa League Roma Feyenoord, provvederanno a lungo i segni lasciati dal loro passaggio, da Campo de' Fiori a piazza di Spagna, da Villa Borghese allo Stadio.

Segni indelebili e danni irreparabili per la fontana della Barcaccia, ai piedi della scalinata di Trinità dei Monti dal 1629, nella Piazza di Spagna devastata dalla guerriglia urbana scatenata dai tifosi olandesi contro le forze dell'ordine.

Lo storico monumento del Bernini (padre e figlio), appena inaugurato dopo un anno di restauro costato 209.960 euro, è tornato a zampillare nel pomeriggio dopo lavori di ripulitura e di restauro portati a termine dalla Sovrintendenza capitolina a tempi record, ma con un eredità di circa 110 scalfiture ormai indelebili che ne attestano il danno permanente.

Barcaccia  danneggiata per sempre

Un 'oltraggio' irreparabile che si aggiunge a quelli lasciati lungo strade, auto, motorini, cassonetti, negozi, navette Atac e monumenti, sporcati e danneggiati per milioni di euro.

Danni che il governo olandese non ha alcuna intenzione di pagare, sebbene abbia già manifestato la solidale intenzione di «aiutare l'Italia a individuare i colpevoli in modo che possano risarcire i danni».

A quanto pare però non ci vorrà molto a conoscere i nomi dei colpevoli, perché il portavoce della polizia di Rotterdam, Roland Ekkers, provette che la "grossissima inchiesta" avviata dall'Olanda darà risultati "molto, molto presto", aggiungendo che

"su quanto successo a Roma è solo la vostra polizia che deve dare spiegazioni. Noi eravamo là in sei, voi con centinaia di agenti".

Insieme alle scuse e il rifiuto di pagare i danni, dai Paesi bassi arrivano però anche donazioni online raccolte dagli olandesi che prendono le distanze da tutto questo, anche grazie alla campagna "Scusa Roma" lanciata su gofoundme.com da Elisabeth Jane Bertrand che punta a raggiungere la quota di 100mula euro, per contribuire a restaurare la Barcaccia di Piazza di Spagna.

Nel frattempo chi è ormai "stufo" di abusi continui, perpetrati da ogni genere di tifoso e turista, immancabilmente tollerati da chi dovrebbe punirli, si deve sorbire anche la solita indignazione 'sterile', manifestata da un coro di voci mai in sintonia con azioni concrete, nella capitale perennemente e inutilmente blindata.

Barcaccia  danneggiata per sempre

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail