Bici Roma: aspettando il Corso di sopravvivenza per ciclisti urbani

Bikes_tejvanphotos

Il Piano Quadro per la Ciclabilità è un buon proposito per il futuro, il Grande Raccordo Anulare della Ciclabilità un bel sogno che avrebbe bisogno di un po’ di quel potere esoterico che qualcuno attribuisce al GRA, ma chi pedala in città tiene duro e si organizza.

Di questi in pochi per pedalare aspettano le 200 nuove biciclette destinate al Bike sharing, orfano di più di 400 bici sparite nel nulla, anche se a parecchi farebbe piacere non vedere più le colonnine usate come parcheggio per scooter e motociclette, mentre si affannano per parcheggiare la bici in una città povera di rastrelliere.

Per chi non si arrende davanti ai limiti della nostra capitale, domani da Piazza Sempione riparte la prima Montesacritical Mass del 2012 che pedala per la Ciclabile Nomentana, BBike e Velòcittà sabato 11 febbraio, a partire dalle ore 18.00, organizzano anche il primo corso di sopravvivenza per ciclisti urbani.

Un invito esteso a tutti e una buona occasione per apprendere e condividere consigli, suggerimenti, chiarimenti, meccanica di primo soccorso, cicloturismo, prime esperienze da soli o in gruppo.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail